Indietro

Michelangelo Buonarroti

Nacque il 6 di Marzo del 1475 a Caprese, vicino ad Arezzo. All'età di 13 anni divenne apprendista di Domenico Ghirlandaio dal quale imparò la tecnica dell'affresco. Userà questa tecnica molti anni dopo nella sua opera nella Cappella Sistina a Roma. All'età di 15 anni sostò nei giardini di Lorenzo de' Medici, dove studiò scultura sotto l'insegnamento di Bertoldo di Giovanni. Michelangelo era ormai diventato un protetto della famiglia dei Medici e lo fu per il resto della sua vita, anche quando combattè contro di essi durante il famoso assedio di Firenze nel 1530.

Fu durante questo periodo che completò la Madonna delle Scale e la Battaglia dei Centauri. A causa del clima politico Michelangelo lasciò la città e andò a Roma dove scolpì il Bacco e poi la Pietà, che è nella Basilica di San Pietro. Michelangelo ritornò a Firenze dove cominciò a lavorare sul David. Chiamato il "gigante" dai suoi soci fiorentini, la statua venne completata nel 1504 e ora può essere ammirata nella Galleria dell'Accademia. Durante questo stesso periodo Michelangelo produsse diverse Madonne, incluso il dipinto “La Santa famiglia”, una statua della Madonna e il figlio e due rilievi di marmo, il tondo di Taddei e il Tondo di Pitti.

Michelangelo fu chiamato a Roma da Papa Giulio II per regalargli la tomba che doveva contenere quaranta figure in grandezza naturale, un tentativo che non fu mai completato perchè nel 1508 Michelangelo cominciò a lavorare agli affreschi del soffitto della Cappella Sistina. Dopo la morte di Giulio nel 1513 lavorò per Papa Leone X, il figlio di Lorenzo de' Medici. Presso la Chiesa di parrocchia della famiglia dei Medici, San Lorenzo, Michelangelo creò le tombe per Giuliano e Lorenzo de' Medici II e progettò la Biblioteca Laurenziana.

Nel 1534 Michelangelo si trasferì a Roma dove trascorse il resto della sua vita. Ritornò alla Cappella Sistina dove creò Il Giudizio Universale e progettò la cupola per San Pietro e la piazza del Campidoglio. I suoi ultimi dipinti furono gli affreschi della Conversazione di San Paolo e la Crocifissione di San Paolo nella Cappella Paolina al Vaticano. Michelangelo morì il 18 febbraio del 1564.


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it