Indietro

Mostre — rubrica a cura di Antonio Patruno

Firenze: Accademia e Uffizi a misura di disabile

Percorso tattile ispirato al David e "borsa antistress" in Galleria

Un percorso artistico tattile, pensato per i non vedenti ed ispirato dalle forme del David e dei Prigioni di Michelangelo, ed una borsa ‘antistress’ realizzata per alleviare i momenti di stress e disagio dei visitatori autistici durante la loro permanenza nei solitamente affollati Uffizi.

Questi, in sintesi, i due nuovi progetti presentati rispettivamente dalla Galleria dell’Accademia e dalle Gallerie degli Uffizi in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con disabilità.

GALLERIA DELL’ACCADEMIA

Insieme ad Irifor (istituto per ricerca, formazione e riabilitazione ciechi e ipovedenti), Università di Firenze, la Galleria dell’Accademia (sotto la supervisione della funzionaria storica dell’arte dell’area servizi educativi Graziella Cirri) ha elaborato un percorso tattile formato da riproduzioni di opere da toccare a mani nude, appositamente concepito per ciechi e ipovedenti, che verrà allestito e messo a disposizione del pubblico della Galleria nei prossimi mesi. Pezzi principali dell’itinerario sono le due miniature della gamba del David e di un Prigione della Tribuna, la Testa della giunone di Lorenzo Bartolini (modellata dai ragazzi del liceo artistico Alberti-Dante, nell’ambito delle attività di alternanza scuola lavoro: per creare l’opera, gli studenti hanno dovuto fare prove di ‘lettura tattile’, in modo capire meglio le esigenze dei visitatori non vedenti), un particolare del Cassone Adimari (a bassorilievo), la Madonna con Bambino e Santi di Botticelli (a bassorilievo), parti dell’albero della vita di Pacino da Buonaguida (a bassorilievo), una Formella con Crocifissione di Taddeo Gaddi, ed imeccanismi di alcuni degli antichi pianoforte e clavicembalo della pregiatissima collezione di strumenti musicali storici custodita dal museo.

GALLERIE DEGLI UFFIZI

A partire dalle prossime settimane agli Uffizi verrà testata l’Activity Bag: una borsa dai contenuti speciali, ideata per rendere meno pesante la visita delle persone con problemi di autismo nel frequentatissimo museo vasariano. Progettata da Davide Vito Pepe (valutare se tenere nome) dell’Associazione Autismo Firenze con il coordinamento del Dipartimento per l’Educazione - Area Mediazione Culturale e Accessibilità (sotto la supervisione della coordinatrice Anna Soffici), contiene materiali educativi e oggetti antistress che serviranno a ridurre le occasioni di disagio di questa tipologia di utenti della Galleria e strumenti loro utili ad esplorarne alcuni dei principali capolavori. A partire da aprile, su prenotazione verrà messa a disposizione del pubblico.

“La giornata internazionale della disabilità è sempre un’occasione per rendersi conto cosa è stato fatto nell’ultimo anno e cosa ci proponiamo per l’anno prossimo per rendere i nostri musei sempre più accessibili ed inclusivi- commenta il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt – Oggi aggiungiamo alla nostra offerta l’Activity Bag per le persone con problemi di autismo e inauguriamo il percorso tattile della Galleria dell’Accademia, che completa i percorsi già esistenti agli Uffizi e a Palazzo Pitti. Inoltre ci uniamo con rappresentanti di diverse associazioni di disabilità per programmare le nostre attività dei prossimi mesi e per affermare tutti insieme la necessità improrogabile di rendere le nostre collezioni veramente accessibili a tutti".

MUSEI DEL BARGELLO. La Giornata internazionale delle persone con disabilità, istituita dall’Assemblea generale dell’ONU nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili, in un’ottica di integrazione e inclusione sociale e culturale, rappresenta ormai da anni un’occasione di riflessione e stimolo per tutti a sostenere la partecipazione di ogni cittadino a una vita sociale, professionale, culturale e artistica senza barriere di sorta. Il MiBACT da anni ormai ha accolto le indicazioni espresse dall’Assemblea generale dell’ONU, facendosi promotore di una serie di eventi e attività che siano la concreta valorizzazione di ogni individuo, in un mondo senza barriere. In questa ottica, si è scelto simbolicamente il giorno del 3 dicembre per celebrare, ogni anno, la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità che, come suggerisce opportunamente il MiBACT, acquisisce un senso solo se capace di diventare “Un giorno all’anno tutto l’anno”

Proprio questo è lo spirito che ha animato e che continua ad animare, dal 3 dicembre 2016 ad oggi, i Musei del Bargello. Tre anni fa, proprio in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, i Musei del Bargello hanno intrapreso un percorso attraverso l’elaborazione di una serie di itinerari tattili e multisensoriali in particolare presso il Museo Nazionale del Bargello e il Museo di Palazzo Davanzati, dove si sono susseguiti veri e propri “itinerari” attraverso l’Arte e la Storia dei nostri Musei, elaborati e pensati in particolare, ma non solo, per un pubblico con disabilità visive.

L’interesse è quindi cresciuto e si è esteso al mondo dell’educazione e della scuola, coinvolgendo gli studenti in esperienze tattili e multisensoriali all’interno del Museo Nazionale del Bargello. In particolare i ragazzi dell’I.C.S. G. Gonnelli di Gambassi Terme e Montaione, hanno lavorato per donare al Museo del Bargello una copia tattile della preziosa tavoletta eburnea di Adamo nel Paradiso terrestre, rendendo possibile toccare e “vedere” ciò che, in originale, è custodito in una vetrina.

Negli anni, le relazioni instaurate hanno portato a creare vere e proprie “collaborazioni”, come è avvenuto con la Fondazione Sinapsi che segue e assiste i ragazzi disabili visivi e i loro familiari. Dal 2016, la Fondazione interviene negli incontri e realizza lavori grafici (pannelli tattili, descrizioni in braille) -legati agli incontri/visite stesse- che ha donato poi generosamente ai Musei del Bargello, dotandoli di strumenti utili da impiegare lungo i percorsi multisensoriali. Una collaborazione cresciuta in modo naturale che continua a costituire uno stimolo ed un solido incoraggiamento a procedere nella direzione intrapresa.

Quando lo spirito di un giorno diventa l’anima di tre anni di incontri e di iniziative, tra emozioni e scoperte, “volando” attraverso arte e bellezza

Le visite “tattili” ai Musei del Bargello continuano con due appuntamenti a dicembre.Sulla scia di questo straordinario “bagaglio” oggi i Musei del Bargello cercando di offrire nuove opportunità di visita ai molti interessati alle esperienze “tattili” e multisensoriali presso il Museo Nazionale del Bargello ed il Museo di Palazzo Davanzati, che si terranno:

Giovedì 12 dicembre –Museo di Palazzo Davanzati – ore 10.00

Mercoledì 18 dicembre –Museo Nazionale del Bargello – ore 10.00

Fotogallery


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it