Indietro

Al via la formazione di Confartigianato Firenze: 113 corsi e 1571 allievi nel 2017

Il presidente Sorani: “I nostri percorsi formativi sono pensati per elevare la professionalità e diventare più competitivi”

Dal mosaico all’oreficeria, fino ai pearcing e ai tatuaggi. Presentato venerdì mattina il nuovo percorso formativo di Confartigianato Imprese Firenze, “Educazione Artigiana”, con un’offerta ampia dedicata ai suoi iscritti. Nel 2017 sono stati 113 i corsi attivati da ConfArtis, agenzia formativa accredita presso la Regione Toscana di Confartigianato Imprese Firenze, con ben 1571 partecipanti e 53 esperti coinvolti. Una partecipazione molto alta, a riprova della qualità dell’offerta formativa.

Sono in programma corsi sulla sicurezza dei luoghi di lavori e corsi dedicati alle nuove imprese, poi i progetti formativi come l’alternanza scuola lavoro, in collaborazione con le scuole superiori di Firenze e l’Università, e i corsi dedicati alla formazione manager e imprese sull’industria 4.0. Oltre ai corsi obbligatori previsti dalla normativa, Confartigianato ha scelto di inserire anche percorsi ad hoc altamente professionalizzanti per rendere gli artigiani pronti alle nuove sfide che il mercato lancia

“Non vogliamo solo essere a norma, ma vogliamo crescere, elevare le diverse professionalità. Vogliamo soprattutto educare i nostri giovani a diventare degli artigiani, che è molto diverso dal fornire semplicemente delle tecniche e delle competenze - ha detto Alessandro Sorani, presidente Confartigianato Firenze - I nostri corsi non sono solo un adempimento legislativo, ma siamo andati ben oltre, aggiungendo sempre dei moduli specifici sull’imprenditorialità che danno ai nostri artigiani strumenti sempre più aggiornati, fondamentali per essere davvero competitivi. L’anno scorso i nostri corsi hanno visto il coinvolgimento di tantissimi imprenditori ed esperti, con una qualità delle proposte alta e adeguata, una risposta che siamo certi avremo anche quest’anno. Investire in formazione per noi significa investire sul futuro, perché oggi dobbiamo essere preparati adeguatamente già prima di entrare nel mondo del lavoro. L’artigianato è vivace e giovane, è divertente e dà piena realizzazione”.

“La formazione è fondamentale per aprire nuovi orizzonti ai giovani e ai meno giovani su tutte le possibilità che la tradizione artigiana può offrire, anche come reinvenzione professionale - ha detto Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze e assessore all’Educazione - Il percorso formativo di Confartigianato sottolinea l’importanza di questa tradizione per il nostro territorio, che non è un lavoro come un altro, ma è un saper fare, una forma di cultura materiale e una forma di bellezza a disposizione di tutti, tutti i giorni. La struttura di Educazione Artigiana è molto vasta e attraverserà tutti i settori e, sono certa, ispirerà le scelte di tanti”

“Sono rimasta colpita della varietà di corsi di formazione promossi - ha detto Cecilia Del Re, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze - Voglio ringraziare Confartigianato per il lavoro che sta facendo insieme all’amministrazione affinché i nostri artigiani abbiamo sempre maggiori strumenti e più consapevolezza del proprio ruolo all’interno del nostro tessuto economico e della nostra città. Con questi corsi siamo certi che questo settore potrà rafforzarsi”

Durante la mattinata sono stati consegnati 25 attestati di partecipazione relativi all’anno scorso. 

Fotogallery


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it