Indietro

Giocare in Toscana — rubrica a cura di Nicola Novelli

Carnevale con Firenzopoli

Martedì 13 febbraio, alle ore 16.00 a Villa Arrivabene, il gioco “Firenzopoli. Le Chiavi della Città”. Venerdì 9 Febbraio, in Piazza Indipendenza, e Sabato 10 Febbraio, nel Piazzale del Re alle Cascine, i mercati della filiera corta di Coldiretti

Un pomeriggio che la casa editrice Sillabe, con la collaborazione del Comune di Firenze - Quartiere 2, vuole dedicare alle famiglie per un martedì grasso divertente e spassoso con laboratori artistici, partita al “Firenzopoli. Le chiavi della città”, merenda per i bambini ed esibizione dei Bandierai degli Uffizi. Un Carnevale tutto fiorentino, dove si omaggerà la città di Firenze e la sua fama conosciuta in tutto il mondo. Firenze è unica per il carattere dei suoi abitanti: restii, superbi, beceri, polemici, commercianti nati e pigri, ma allo stesso tempo ironici, geniali, arguti, salaci. Nel pomeriggio (a partire dalle ore 16.00) tutti i presenti potranno scoprire il nuovo gioco che prende in giro, con la loro stessa ironia, i Fiorentini; un mezzo per il Fiorentino stesso, ma anche per i suoi tanti estimatori di passaggio, di ridere di se stesso, dei propri umori, delle proprie abitudini, tic, manie e del “credo” per eccellenza: il calcio! Si potrà giocare a diventare Signore della propria città attraverso i momenti della partita in cui si ritroveranno modi di dire, usanze e costumi. A farci compagnia le banconote di 6 ‘illustri’ fiorentini: il sommo Dante; Niccolò Machiavelli, uno dei più acuti e poliedrici personaggi della Firenze rinascimentale; Luciano Artusi, il più illustre direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina; Zia Caterina, pittoresca tassista, “angelo custode” dei bambini dell’Ospedale pediatrico Meyer; Anna Maria Luisa de’ Medici, la Principessa saggia che ha tutelato le collezioni d’arte della sua illustre famiglia; Leonardo Pieraccioni, attore e regista fiorentino dall’indiscussa comicità! Ci si muoverà sul tabellone con le pedine-simboli tipicamente fiorentini: il lampredotto, il fiasco di vino, il Marzocco, Pinocchio, la maglia del calciatore Gabriel Batistuta e lo stemma della famiglia Medici. Le carte che verranno lette “Senza Lilleri un’ si lallera” e “A Ufo” sono state scritte dai fratelli Michele e Lorenzo Baglioni, impegnati come nuove proposte del Festival di Sanremo 2018. Il programma, a Villa Arrivabene, sede del Quartiere 2, in piazza Alberti n. 1/a, prevede: ore 16.00 inizio della Festa con giochi in maschera, laboratori per bambini, partita al “Firenzopoli. Le chiavi della città”; ore 17.00 Esibizione dei Bandierai degli Uffizi; ore 17.30 Merenda di Carnevale; ore 18.30 Premiazione delle mascherine più originali con il gioco in scatola e le chiavi della città per il primo premio e altri gadget per il secondo e terzo classificato. L’ingresso e la partecipazione a tutti gli eventi sono liberi.


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it