Indietro

Casa: nuove misure per accelerare la realizzazione degli interventi programmati

In flessione le erogazioni di mutui ipotecari alla fine del 2017

FIRENZE– Con nuovo provvedimento, approvato su proposta dell'assessore alle politiche per la casa, la giunta regionale dà un ulteriore impulso alla realizzazione degli interventi di edilizia residenziale pubblica già programmati. Dopo aver messo a disposizione dei soggetti gestori - in un anno - 41 dei 100 milioni di euro necessari, il governo regionale è intervenuto con una delibera che interviene su due aspetti delle procedure, con l'intento di accelerare la realizzazione degli interventi stessi. L'atto prevede infatti la possibilità di suddividere interventi complessi in più lotti funzionali successivi, finanziabili autonomamente per caratteristiche intrinseche e strutturali di attuazione dei lavori. Una modalità che consente un'articolazione temporale degli impegni di spesa. Oltre a questa semplificazione, viene consentito ai soggetti gestori ERP di accedere alle risorse accantonate sui conti di contabilità speciale, intestati alla Regione. Tali risorse sono quelle derivanti dalle attività di gestione e alienazione del patrimonio e dai versamenti effettuati per alimentare il Fondo sociale ERP previsto dalla legislazione nazionale e regionale. Grazie a quanto deliberato dalla Regione, le risorse depositate sul fondo regionale potranno essere utilizzate per far fronte sia ai costi di progettazione esecutiva, al fine di per rendere più rapida l'attivazione degli interventi che dovranno successivamente essere finanziati con risorse del bilancio regionale, sia per coprire direttamente i costi dei lavori, dando così il via per effettuare le gare d'appalto. La Regione in seguito, nel rispetto dei tempi dettati dalle normative di bilancio, provvederà al reintegro delle risorse necessarie al completamento degli interventi.

Come a livello nazionale, anche per quel che riguarda la segmentazione regionale delle erogazioni secondo il Gruppo Tecnocasa assistiamo alla conclusione del fenomeno che da oltre un anno faceva registrare segni positivi in buona parte delle regioni italiane. Nel terzo trimestre 2017 crescono le regioni Abruzzo, Lombardia. Tutte le altre annotano il segno meno.

L'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato nel dettaglio l'andamento dei finanziamenti finalizzati all'acquisto dell'abitazione concessi alle famiglie residenti sul territorio regionale nel terzo trimestre 2017. L'analisi fa riferimento al report Banche e istituzioni finanziarie, aggiornato e pubblicato da Banca d'Italia nel mese di Dicembre 2017. Le famiglie toscane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 776,8 milioni di euro, che collocano la regione al sesto posto per totale erogato in Italia, con un'incidenza del 7,24%; rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente in regione si registra una variazione delle erogazioni pari a -12,6%, per un controvalore di -112,3 milioni di euro. Se si osserva l'andamento delle erogazioni nei primi nove mesi dell'anno, e si analizzano quindi i volumi da Gennaio a Settembre 2017, la regione mostra una variazione negativa pari a -3,9%, per un controvalore di -105,6 mln di euro. Sono dunque stati erogati in questi primi nove mesi 2.621,2 mln di euro, volumi che rappresentano il 7,32% del totale nazionale. Nel terzo trimestre 2017 le province della Toscana hanno evidenziato il seguente andamento.

La provincia di Arezzo ha erogato volumi per 40,6 mln di euro, facendo registrare una variazione rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno pari a -24,4%. Nei primi nove mesi del 2017, invece, sono stati erogati 176,4 mln di euro, pari a +10,7%. A Firenze sono stati erogati volumi per 252,1 mln di euro, corrispondenti a una variazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente pari a -14,6%. Da Gennaio a Settembre sono stati erogati 875,3 mln di euro (-5,1%). La provincia di Grosseto ha erogato volumi per 44,3 mln di euro, la variazione sul trimestre è pari a -1,7%. I primi nove mesi dall'anno hanno evidenziato volumi per 141,1 mln di euro, corrispondenti a -1,3%. In provincia di Livorno i volumi erogati sono stati 74,5 mln di euro, con una variazione pari a -11,1%. Quelli nei tre trimestri considerati sono stati 250,3 mln di euro, (-9,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso). In provincia di Lucca sono stati erogati volumi per 78,1 mln di euro, la variazione rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente pari a -8,1%. I primi nove mesi hanno visto un totale di 241,5 mln di euro, con una variazione di -2,4%. Massa-Carrara ha erogato volumi per 28,9 mln di euro, la variazione sul trimestre è pari a -32,3%. I primi nove mesi dell'anno hanno evidenziato volumi per 96,0 mln di euro e una variazione pari a -14,7%. La provincia di Pisa ha erogato volumi per 103,6 mln di euro, facendo registrare una variazione sul trimestre pari a -5,0%. I tre quarti del 2017, invece, hanno segnalato un totale di 322,0 mln di euro, con una variazione di -1,2%. A Pistoia sono stati erogati volumi per 46,3 mln di euro, la variazione rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente è risultata essere pari a -8,8%. I tre trimestri in totale, invece, hanno visto 162,5 mln di euro (-1,7%). La provincia di Prato ha erogato volumi per 57,6 mln di euro, facendo registrare una variazione pari a -7,2% nel trimestre. Da Gennaio a Settembre sono stati erogati 183,9 mln di euro (-3,3% rispetto all'anno scorso). In provincia di Siena i volumi erogati sono stati 50,8 mln di euro, la variazione rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente pari a -17,6%. Nei nove mesi iniziali del 1900, invece, sono stati erogati 172,1 mln di euro, pari a -6,6 Attraverso l'elaborazione dei dati provenienti dalle agenzie di mediazione creditizia Kìron ed Epicas, l'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato la tendenza rispetto all'importo medio di mutuo erogato. Nel terzo trimestre 2017 in Toscana si è registrato un importo medio di mutuo pari a 120.200 euro, in aumento rispetto a quanto rilevato durante lo stesso trimestre dell'anno precedente, quando il ticket medio ammontava a 114.800 euro. Mediamente colui che sottoscrive un mutuo nella regione viene finanziato circa il 7% in più rispetto al mutuatario medio italiano. 


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it