Indietro

In cucina — rubrica a cura di Nicola Novelli

Da stasera Fuori di Taste anticipa la magia dei sapori

Con l'evento "One Night Sake. Profumi d'oriente" al Fusion Restaurant Beijing (in via Il Prato). La cucina del ristorante orientale abbinata ai sake artigianali distribuiti da FirenzeSake

Anche quest’anno è arrivato il consueto appuntamento con TASTE, la fiera organizzata da Pitti Immagine che celebra il gusto giunta alla 13° edizione. Da domani a lunedì 12 marzo alla Stazione Leopolda, in Via F.lli Rosselli, 5 a Firenze.

TASTE non rappresenta soltanto un’importante vetrina commerciale, ma costituisce in primis un incredibile punto di convergenza tra eccellenze enogastronomiche prevalentemente italiane e con alcune aziende dall’estero. Una caratteristica della manifestazione è anche quella di avere un profilo decisamente sfaccettato: da un lato luogo di confronto e dibattito, e dall’altro occasione per esprimere non solo l’identità e l’alta qualità dei propri prodotti, ma anche per presentare idee inedite e particolari.

Stasera anteprima Fuori di Taste con One Night Sake - Profumi di oriente, uno dei pochi eventi di sapore internazionale inseriti nel programma ufficiale, al One Night in Beijing. All'ormai celebre Fusion Bar & Restaurant di via Il Prato, la degustazione gli involtini fritti, Nuvole di Drago, le alghe giapponesi e una selezione di sushi e sashimi, riso al curry, noodles saltati con verdure, il granchio morbido sale e pepe, pollo piccante e, per finire, cantuccini della casa e i tipici dolcetti cinesi Tang Yuan. I piatti sono stati accompagnati dalla degustazione di sake artigianali prodotti dalla cantina giapponese Yoshida della Prefettura di Fukui e presentati da FirenzeSake. I sake in degustazione, Hakuryu Junmai Ginjo Blue Label e Hakuryu K9 Black Label, hanno costituito la base per la creazione di cocktail con l'aggiunta di sciroppo di Sichuan, zafferano oppure zenzero.

Cenare con il sake è la tradizione del Giappone, ove si realizzano sake per ogni appuntamento della giornata, dall'aperitivo, al pasteggio e il fine pasto, esattamente con la stessa complessità con cui in Europa si è strutturata la cultura del vino. Oggi il pubblico giapponese predilige l'assoluta qualità delle materie prime, dal riso biologico all'acqua pura di sorgente. Una passione che FirenzeSake cerca di trasmettere al pubblico italiano, dopo aver imparato a conoscere sul posto il valore delle migliori aziende.

Situata sulle rive del fiume Kuzuryu, la Yoshida produce sake dal 1806. Una tradizione che si tramanda di padre in figlia visto che oggi la cantina è guidata da una donna e dalle sue figlie. Il sake della Yoshida si distingue per il drago bianco stilizzato sull’etichetta e che richiama un’antica leggenda locale, antica come il loro sake che viene prodotto nel pieno rispetto della tradizione e degli ingredienti naturali, come il riso biologico, ricavati dal territorio.

Fotogallery


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it