Indietro

L'Avvocato Risponde — rubrica a cura di Roberto Visciola

Fine della locazione, oneri dell'affittuario e condizioni dell'immobile

Al termine del contratto di locazione il proprietario vorrebbe trovare i locali come li aveva consegnati

Gent.mo Avvocato Visciola,
ho recentemente concluso un lungo rapporto di locazione nel quale avevo le vesti di conduttrice. Il locatore vorrebbe che provvedessi alle spese per le riparazioni necessarie nell'immobile, per farlo tornare nelle condizioni anteriori alla locazione, ovvero in condizioni equivalenti al nuovo. Può il locatore avanzare tale pretesa nei miei confronti? La ringrazio.

Gentile Signora,
l'art. 1590 del codice civile, rubricato “Restituzione della cosa locata”, pone a carico del conduttore l'obbligo di “restituire la cosa al locatore nello stato medesimo in cui l'ha ricevuta, in conformità della descrizione che ne sia stata fatta dalle parti, salvo il deterioramento o il consumo risultante dall'uso della cosa in conformità del contratto”.
La stessa disposizione dispone altresì che il conduttore “non risponde del perimento o del deterioramento dovuti a vetustà”.
Ciò significa che il locatore non può pretendere dal conduttore il ripristino dell'immobile nelle migliori condizioni di manutenzione, senza tener conto del normale deterioramento derivante dall'uso e/o dalla vetustà. La pretesa del conduttore potrebbe risultare fondata solamente laddove dimostrasse un uso scorretto dell'immobile da parte del conduttore, che ne abbia determinato un precoce deterioramento, oppure nel caso in cui vi siano puntuali clausole del contratto di locazione che dispongano in tal senso (ad esempio, ponendo a carico del conduttore l'obbligo di procedere ad imbiancare i locali al termine della locazione). In assenza di detti presupposti, la pretesa avanzata dal locatore deve ritenersi infondata.

L'Avvocato Risponde — rubrica a cura di Roberto Visciola

Roberto Visciola

Roberto Visciola — Avvocato in Firenze, laureato col massimo dei voti e lode, socio fondatore dell'Unione nazionale avvocati per la mediazione, è autore di libri e pubblicazioni con importanti case editrici e riviste di settore, quali Cedam, Italia Oggi, Giustizia Civile, Gazzetta Notarile, Nuova Giuridica, Nuova Rassegna e Altalex. Svolge attività di consulenza e assistenza giudiziale e stragiudiziale principalmente nei settori del diritto amministrativo e civile, prediligendo i sistemi di ADR, quali mediazione e negoziazione assistita.

E-mail: robertovisciola@gmail.com


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it