Indietro

In cucina — rubrica a cura di Nicola Novelli

“Invasione spiritosa” a Montespertoli

90 assaggiatori di grappa e acquaviti pronti a diffondere il “buon bere”

Montespertoli (Firenze). Oltre novanta assaggiatori di grappa e acquaviti in arrivo da tutta Italia pronti a diventare docenti “spiritosi” e a diffondere sempre più la “cultura del buon bere consapevole”. Sono quelli che si riuniranno a Montespertoli da venerdì 9 a domenica 11 febbraio, ospiti del Museo della Vite e del vino negli spazi del Centro per la Cultura del Vino “I Lecci” in via Lucardese, 74, per il corso promosso da Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti e dedicato alla formazione di nuovi docenti per i propri corsi di formazione “spiritosa” e altre iniziative dedicate al mondo dei distillati. A condurre le lezioni saranno esperti qualificati in arrivo dal mondo universitario e della distillazione.

“Il corso per formare nuovi docenti Anag - afferma Paola Soldi, presidente federale dell’associazione Assaggiatori grappa e acquaviti - rappresenta un’occasione importante per i nostri soci che hanno conseguito la patente di assaggiatore Anag dopo i corsi di secondo livello, che potranno diventare, a loro volta, docenti delle nostre lezioni formative di primo e secondo livello. Per tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa organizzata nella cornice del Museo della vite e del vino di Montespertoli, che ringrazio per l’ospitalità insieme al Comune, sarà un’opportunità di crescita all’interno della nostra associazione ma anche un’assunzione di responsabilità nei confronti degli altri soci, della propria associazione regionale, della federazione Anag e di tutti gli appassionati di grappa e altri distillati prodotti in Italia e nel resto del mondo. Saranno loro, infatti, a formare i nuovi assaggiatori e a trasmettere loro passione, sapere e tecniche di degustazione portando sempre avanti quella cultura del buon bere consapevole e attento alla qualità che accompagna Anag fin dalla sua nascita, nel 1978”.

Il programma del corso e i suoi docenti “spiritosi”. Il corso si aprirà venerdì 9 febbraio alle ore 15, con il saluto di Giulio Mangani, sindaco di Montespertoli, di Luca Liuni, presidente del Consorzio turistico Terre di Leonardo e Boccaccio e Colline del Chianti e di Paola Soldi, presidente federale di Anag. L’iniziativa, poi, entrerà nel vivo con lezioni tenute da esperti e docenti qualificati in arrivo dal mondo universitario e della distillazione. Ad aprire gli interventi sarà Monica Picchi, docente di analisi sensoriale delle uve e dei vini nel corso di laurea in viticoltura ed enologia presso l’Università di Firenze che parlerà di analisi sensoriale soffermandosi sulla fisiologia dei sensi, la differenza tra analisi sensoriale e degustazione, l’analisi olfattiva, la memorizzazione, i principi di formazione dei panel e la responsabilità dei capi-panel. Seguirà, poi, il contributo di Eugenio Macchia, tecnico del settore distillazione, socio Anag e vicepresidente dell’azienda Green Engineering, costruttrice di alambicchi, che parlerà di distillazione attraverso i principi e gli elementi fondamentali degli apparecchi e dei metodi di distillazione.

La seconda giornata del corso, sabato 10 febbraio, inizierà alle ore 8.30 in compagnia di Domenico Festa, socio Anag e componente della ex “Commissione di Taratura”, che proporrà un approfondimento sulla degustazione e sulla scheda di valutazione adottata da Anag nei propri corsi e durante la selezione dei prodotti in gara per il suo concorso nazionale “Premio Alambicco d’Oro”. La mattina sarà completata dall’intervento di Valentina Canuti, enologa e ricercatrice presso l’Università Firenze nel corso di laurea su Scienze e Tecnologie alimentari dedicato a fermentazioni, formazione di aromi e difetti dei distillati. Il corso riprenderà nel pomeriggio, intorno alle ore 14, con una lezione sui distillati internazionali tenuta da Giorgio Colli, docente internazionale su vini e distillati e socio Anag, e seguita da una degustazione guidata. Subito dopo i partecipanti saranno coinvolti nella lezione sull’invecchiamento curata da Sergio Moser, della Fondazione Edmund Munch di San Michele all’Adige, esperto di distillazione e distillati e socio Anag, seguita da una degustazione guidata di grappe invecchiate. A chiudere la serata sarà una cena nel Museo della vite e del vino di Montespertoli a base di piatti e sapori tipici del territorio in compagnia di produttori locali che fanno parte dell’associazione “Produttori Colline Toscane”, a cui parteciperà anche Elena Ammirabile, assessore alla cultura e musei di Montespertoli.

Il corso si chiuderà domenica 11 febbraio, a partire dalle ore 9.30, con una mattina dedicata alla comunicazione in compagnia di Angelo Maglio, insegnante di tecniche di comunicazione e socio Anag, seguita dal test di verifica e dai saluti finali del presidente federale di Anag, Paola Soldi.

Fotogallery


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it