Indietro

Spettacolo — rubrica a cura di Nicola Novelli

La star Rupert Everett al Lucca Film Festival e Europa Cinema 2018

Il nuovo film del divo britannico, The Happy Prince, dedicato agli ultimi giorni di Oscar Wilde, in 1/a nazionale per il pubblico italiano

Lucca, 11 aprile – Sarà la star Rupert Everett a solcare il tappeto rosso del Lucca Film Festival e Europa Cinema, domani, giovedì 12 aprile, alle 20.30, in piazza del Giglio per andare poi al cinema Astra in occasione della proiezione del film The Happy Prince. L’ultimo ritratto di Oscar Wilde (2018), nei cinema italiani distribuito da Vision Distribution e prodotto da Palomar (il 12 aprile).

Everett ritirerà il premio alla carriera e presenterà insieme alla giornalista Silvia Bizio. Il film, recentemente presentato al Sundance Film Festival e al Berlinale Special Gala Event, porta sul grande schermo gli ultimi giorni di vita di Oscar Wilde e vanta un cast stellare con nomi del calibro di Colin Firth ed Emily Watson. The Happy Prince arricchisce una lunga carriera che ha visto Everett dare corpo e voce a personaggi celebri della letteratura britannica come Oberon in Sogno di una notte di mezza estate, Lord Arthur Goring in Un marito ideale, Algy ne “L’importanza di chiamarsi Ernesto” e a collaborare con registi italiani di fama internazionale come Francesco Rosi in Cronaca di una morte annunciata, Giuliano Montaldo in Gli occhiali d’oro e Michele Soavi nel cult movie Dellamorte Dellamore.

Al Cinema Centrale (via di Poggio, 36)

La quinta giornata del festival inizia alle 15 con il Concorso internazionale di cortometraggi. Dalle 17 River’s Edge (Giappone, 2018), trasposizione dell’omonimo manga di Kyōko Okazaki e film d’apertura della sezione Panorama della Berlinale 2018, che racconta la vita piena di solitudini di un gruppo di ragazzi a Tokyo durante gli anni Novanta: ossessioni, amori, soprusi, debolezze. A seguire Peter’s Odissey (Russia, 2017) la storia di un ragazzo di 12 anni le cui estati spensierate a Mosca terminano quando i genitori decidono di emigrare in Germania, non volendo adattarsi alla nuova realtà s’imbarca in un viaggio fantastico. Entrambi i film fanno parte del Concorso internazionale dei lungometraggi.

Alle ore 21 si terrà la proiezione, in collaborazione con il Circolo del Cinema di Lucca, di De la guerre – Della guerra (Francia, 2008) di Bertrand Bonello che sarà ospite del festival domenica 15 aprile.

Presso l’Auditorium Vincenzo da Massa Carrara (via San Micheletto, 2)

Il primo appuntamento è quello con la sezione Education dedicata agli alunni delle scuole. Sarà proiettato il documentario Alla ricerca delle radici del male (Italia, 2016) un viaggio in alcuni dei luoghi simbolo della dolorosa memoria del Novecento, fra le storie di donne e di uomini che hanno subito il male più atroce, assoluto, raccontate da figli e nipoti.Al termine della proiezione i ragazzi incontreranno il regista Israel Cesare Moscati. Il programma delle proiezioni riprenderà alle 15 con Troublemaker: The Story of Land Art (USA, 2017) un documentario che racconta il periodo della land art che va dagli ultimi anni Sessanta ai primissimi Settanta, con interviste esclusive con personalità di spicco di questa tendenza artistica. A seguire, alle 21, Rischiose abitudini (USA, 1990) di Stephen Frears che sarà ospite del Lucca Film Festival venerdì 13 e sabato 14 aprile.

Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca (Piazza San Martino, 4)

In programma alle 10.30 Una voce in prestito (2015) un documentario dedicato a Claudio Capone, storico attore e doppiatore italiano, attraverso i racconti di amici e colleghi. Al termine della proiezione l’incontro con Davide, uno degli interpreti del documentario e il figlio di Claudio Capone. Le proiezioni riprenderanno alle 15 con Depeche Mode: Devotional (1993) di Anton Corbijn, a seguire L’importanza di chiamarsi Ernesto (U.K/USA/Francia, 2002) che porta sul grande schermo l’omonima commedia satirica di Oscar Wilde con protagonista Ruper Everett ospite di questa giornata del Lucca Film Festival. Alle 20.30 il documentario Papa Francesco: la mia idea di arte (Italia, 2017): un viaggio attraverso i Musei Vaticani, Piazza San Pietro e la Basilica Vaticana, per scoprire dalla voce del Santo Padre la sua appassionata idea di Arte, come strumento di evangelizzazione e di contrasto alla cultura dello scarto. Chiude la programmazione all’auditorium Provincia Apuana e Lucchesia – Reportage a confronto (Italia, 2017) alle 21,30.

Cinema Centrale di Viareggio (via Cesare Battisti, 67)

Primo appuntamento a Viareggio per il Lucca Film Festival e Europa Cinema. Dalle 15 saranno proiettati i cortometraggi selezionati all’interno del Concorso internazionale dei cortometraggi.

Ingresso:35 euro abbonamento completo, 30 euro abbonamento ridotto, 12 euro abbonamento giornaliero, 10 euro giornaliero ridotto, 7 euro evento singolo, 5 euro ridotto evento singolo.

Fotogallery


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it