Indietro

Lavoro in Toscana: da appalti a manifattura, istruzione e formazione

Venerdì e Sabato in programma un Seminario su appalti, logistica e legalità​ ed un convegno su manifattura, istruzione e formazione, turismo e cultura

Nella scorsa settimana, soltanto in Toscana, ci sono stati, ad opera delle forze dell'ordine, vari interventi nel settore della logistica: si va dall’associazione a delinquere alla frode fiscale, dal traffico illecito all’abuso d’ufficio. Questo è solo l'antipasto di quello che potrebbe succedere nei prossimi mesi e nei prossimi anni: “Una giungla di proporzioni gigantesche da cui è dura uscire”, dicela Filt Cgil Toscana.
Che aggiunge: “Questa nostra iniziativa vuole fare il punto sul settore della logistica per mettere in campo un percorso virtuoso che abbia al primo posto la legalità, la buona occupazione e l'affermazione delle imprese che operano correttamente nella nostra regione, eliminando il dumping da parte di chi non rispetta le regole. Gli appalti sono un tema molto caro alla Cgil, ripreso in maniera determinata nella nostra “Carta dei Diritti” a sostegno dei referendum che hanno visto un esito positivo, per quanto ci riguarda, ripristinando - con la legge poi arrivata - la responsabilità in solido tra appaltante e appaltatore, garantendo la stessa dignità a tutti i soggetti che direttamente o indirettamente contribuiscono alla crescita aziendale. Dal nostro punto di osservazione qui non siamo al punto zero. Perché con l'azione sindacale, anche nella nostra regione, in questi ultimi anni, si sono fatti accordi importanti con le aziende in appalto per i grandi player della logistica, che hanno portato soprattutto nel mondo dei corrieri forti miglioramenti salariali e normativi, costruendo di fatto una nuova categoria che in tutta Italia ha ottenuto dignità e diritti. In varie regioni esistono esperienze di Protocolli o addirittura di leggi sugli appalti privati con particolare riferimento al settore della logistica. E' chiaro che una legge sugli appalti privati anche in Toscana è, per noi, un obiettivo fondamentale per il settore”.

 “Progetti di legalità in Toscana - Appalti logistica e autotrasporto”: è il titolo del seminario (organizzato da Cgil Toscana e Filt Cgil Toscana) che si svolgerà a Firenze venerdì 19 maggio dalle ore ore 9 presso l’Auditorium Palazzo del Pegaso (via Cavour 2).

IL PROGRAMMA

Welcome coffee: presiede Gianfranco Conti (Segretario Generale Filt Cgil Toscana), introduce Gabrio Guidotti (Filt Cgil Toscana).

Interventi di:

- Livia Bruscaglioni, ricercatrice Progetto Cooperativa CAT (illustrerà lo studio sulle dinamiche di sfruttamento lavorativo nella logistica fiorentina e toscana, scaricabile QUI)

- Antonio Zoina, Capo Ispettorato territoriale del Lavoro di Firenze

- Massimo Rusconi, Studio Legale Rusconi

- Guglielmo Nardocci, responsabile Comunicazione FEDIT

- Riccardo Nencini, Legacoop Toscana

- Riccardo Masini, Fita Cna Toscana

- Vittorio Bugli, assessore Regione Toscana

- Conclude Dalida Angelini (Segretaria Generale Cgil Toscana)

 Metropolitiamo è il progetto della Cgil fiorentina che intende, attraverso tavoli di discussione con cittadini ed esperti, "progettare e proporre azioni per la Città metropolitana", dice la segretaria Paola Galgani.
Appuntamento a Firenze all’Isis Leonardo da Vinci (via del Terzolle 91) dalle 10 alle 18, cittadinanza invitata.
Tra gli altri ospiti, ci sarà Thomas Voncken, Responsabile Economico della Regione Metropolitana di Eindhoven, l’area metropolitana più smart e creativa d’Europa

 Manifattura, istruzione e formazione, turismo, cultura: sono questi i temi della terza iniziativa (dedicata alla “Città innovativa”) di “Metropolitiamo?”, il progetto della Cgil per approfondire le sfide che riguardano il territorio fiorentino provando a declinarle in una visione metropolitana. 

“Metropolitiamo?” vivrà la sua prossima e ultima tappa prossimamente in data da destinarsi. Spiega Paola Galgani, segretaria generale Cgil Firenze: “Questo progetto è il nostro contributo al dibattito sulla Città Metropolitana con proposte concrete. In tutto il mondo le Città metropolitane sono grandi catalizzatori di opportunità ma anche contenitori di fratture e conflitti sociali, demografiche, ambientali, culturali: la Città Metropolitana di Firenze come intercetta le opportunità e come si misura con le fratture? Noi proviamo a discuterne aprendoci al contributo di idee, di esperienze, di competenze dei lavoratori, delle associazioni, dei singoli cittadini perché siamo convinti che prima di costruire ‘l’istituzione metropolitana’ occorra costruire la ‘comunità metropolitana’, in una rete di stakeholders sociali per costruire obiettivi comuni e un’alleanza per raggiungerli”.

Come nei primi due appuntamenti (il primo si è svolto 18 febbraio all’Impact Hub di Firenze sui temi dell’abitare, includere, crescere, prendersi cura; il secondo ha avuto luogo al Centro Rogers di Scandicci il 29 aprile e si è discusso di trasporti, rigenerazione urbana, filiere corte, riciclo), il format sarà sempre diviso in due momenti: le “visioni” (con le relazioni di esperti che possano offrire una visione sul dibattito e le esperienze delle città metropolitane italiane ed europee) e le “azioni” (attraverso tavoli tematici aperti alla partecipazione di singoli e reti organizzate portatrici di interessi sociali e territoriali; nei tavoli verranno progettate azioni concrete su cui ci sarà un impegno nei prossimi mesi e si interpelleranno le istituzioni locali). L’accesso è libero e gratuito, per prenotarsi ai tavoli tematici e per tutte le informazioni www.metropolitiamo.it.

IL PROGRAMMA

- Ore 9:30 Accoglienza partecipanti e proiezione di un breve video introduttivo
- Ore 10:00 Presentazione di Paola Galgani, Segretario Generale Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze

- Saluti di Marco Paterni, preside Isis Leonardo da Vinci

- Gli scenari della “quarta rivoluzione industriale” e le politiche di innovazione, Andrea Bonaccorsi (Professore Università degli Studi di Pisa)

Fattore umano: come ridare valore al lavoro nell'era digitale
- Marco Panara (Caporedattore Affari&Finanza La Repubblica, saggista e autore di “La malattia dell'occidente: perché il lavoro non vale più”)

Il caso Eindhoven: la transizione verso un ecosistema digitale
- Thomas Voncken (Responsabile Economico Regione Metropolitana di Eindhoven)

Città creative e distretti culturali
- Luciana Lazzeretti (Professoressa Università degli Studi di Firenze)

Cultura e turismo di qualità: una risorsa per l'insieme del territorio metropolitano
- Stefano Landi (Presidente di SL&A turismo e territorio)

ore 13:00 Pranzo a cura dell'Istituto Alberghiero Buontalenti

ore 14:00 Tavoli tematici

- Produrre: l'ecosistema per una manifattura innovativa fondata sulla creatività e l'ingegno.
Con Alberto Gherardini (Università di Firenze), Alessandra Zagli (progetto Open Maker - Impact Hub)

- Apprendere: un territorio capace di progettare la propria offerta di istruzione e formazione. Con Giuseppe Bagni (consigliere CNPI e Presidente Cidi), Andrea Pratovecchi (Rete degli Studenti Medi), Federico Marucelli (Proteo Fare Sapere)

- Creare e viaggiare: produzione culturale e turismo di qualità per una Città Metropolitana creativa e aperta. Con Valentina Laterza (Base incubatore culturale Milano), Matteo Duni (Presidente ASAUI, Association of Scholars at American University in Italy)

- 17:00 Report azioni e conclusioni


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it