Indietro

Liti in tramvia, nervi a fior di pelle tra i passeggeri

Le misure per il contenimento del Covid-19 determinano non di rado tensioni. Ponte all'Asse: un uomo durante la lite con una donna ha reagito all'intervento dei vigili distendendosi sui binari. Talenti, la distanza interpersonale crea un forte diverbio proseguito anche all'esterno del tram

Al culmine di una lite è stato fermato dalla Polizia Municipale e come reazione si è disteso sui binari della tramvia. E per lui sono scattate le denunce.

La vicenda è accaduta ieri pomeriggio ed è iniziata con un violento diverbio scoppiato su un tram in transito sulla linea 2. I due protagonisti, una donna e un uomo, sono scesi alla fermata di Ponte all’Asse continuando la lite sulla banchina. Gli agenti in servizio di supporto alla tramvia sono quindi intervenuti per calmare gli animi ma per tutta risposta l’uomo non solo ha opposto resistenza ma si è steso sui binari fermando momentaneamente il traffico tranviario. Alla fine l’uomo, che ha rifiutato di fornire le generalità, è stato portato al comando di Porta a Prato per l’identificazione. È risultato un 41enne di origine rumena. Per lui sono scattate le denunce per resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di generalità e interruzione di pubblico servizio.

Sempre ieri, più o meno alla stessa ora, un episodio simile è accaduto sulla linea 1 all’altezza della fermata Talenti. Questa volta protagonisti un uomo e una famiglia tutti di origine straniera: all’origine del diverbio, sembra, questioni relative alla distanza interpersonale. Anche in questo caso i passeggeri coinvolti sono scesi dal convoglio, sempre continuando a discutere in modo così acceso da costringere all’intervento la pattuglia presente alla fermata. Non sono scattate sanzioni o denunce, ma nel caso gli interessati potranno presentare querela di parte.


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it