Indietro

Luoghi da rigenerare: sì dalla Fondazione Cr Firenze ai progetti dei Comuni

A Lastra a Signa la riqualificazione del giardino adiacente le mura. Nuove risorse per la Fortezza del Girifalco a Cortona. Castello Alto: sette nuove attività finanziate con il bando "La strada dei mestieri"

Sono complessivamente 15 i progetti di altrettanti Comuni (nove della Città metropolitana di Firenze e sei delle province di Arezzo e Grosseto) che hanno vinto il bando da un milione di euro 'Spazi attivi. Percorsi di rigenerazione urbana del territorio' attivato da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze nell'ambito delle sue azioni a valenza strategica volte alla rigenerazione urbana. Il bando ha il Patrocinio della Città Metropolitana di Firenze e delle Province di Arezzo e Grosseto. L'elenco del Comuni e gli importi assegnati è consultabile all'indirizzo https://www.fondazionecrfirenze.it/bandi-e-contributi/bandi/.

'''Comuni e progetti'''

  1. Certaldo: "Macelli public space-Centro per la progettazione e la formazione di nuove realtà culturali"
  2. Fiesole: "Il campone di Fiesole di rigenera con il Multisport"
  3. Lastra a Signa: "Pietre nel tempo. Riqualificazione architettonica e sociale delle mura".
  4. Vinci: "Galleria comunale: la rigenerazione urbana attraverso la cultura"
  5. Cerreto Guidi: "Centro culturale all'ex scuola Santi Saccenti"
  6. Gambassi Terme: "Riqualificazione del Parco comunale"
  7. Montaione: "Centro giovani"
  8. Calenzano: "Progetto per il recupero all'uso pubblico di Villa San Donato"
  9. Borgo San Lorenzo: "Centro d'incontro. Progetto di rigenereazione per servizi e attività socio culturali".

Il Bando è rappresentativo del nuovo modello di servizio inaugurato lo scorso anno dal Documento Programmatico Pluriennale 2017/2019 della Fondazione per re-agire ai cambiamenti di natura economica e sociale intervenuti sul nostro territorio. E ciò nell'ottica della sussidiarietà per cercare di sostenere la trasformazione e il rilancio virtuoso delle città presenti nel territorio di riferimento (sono 106 i Comuni interessati) attraverso la valorizzazione di risorse culturali, sociali e creative. Per questo motivo sono state premiate quelle proposte che abbiano come oggetto progetti innovativi di recupero, riuso e riattivazione di spazi fisici (pubblici e privati, urbani e non) da utilizzare per funzioni e destinazioni durevoli e sostenibili di tipo culturale, sociale e creativo. Il Bando ha registrato una risposta dal territorio molto ampia e diffusa (51 proposte su 106 Comuni eleggibili) a dimostrazione della capacità della Fondazione di intercettare i bisogni del territorio e di costruire azioni innovative e dal profilo intersettoriale idonee ad attivare le reti di soggetti locali.

"Il tema della rigenerazione urbana - ha dichiarato il Presidente della Fondazione CR Firenze Umberto Tombari - è stato scelto dalla nostra Istituzione per il triennio 2017 - 2019 quale catalizzatore delle strategie di intervento per la costruzione di nuovi paradigmi della città e del territorio. Riteniamo infatti di primaria importanza, soprattutto per il perdurare del difficile momento economico e sociale che stiamo vivendo, stimolare quelle progettazioni trasversali finalizzate a sviluppare ed incrementare la creatività culturale e l' innovazione sociale. E ciò attraverso la riqualificazione di ampie aree e immobili per rilanciare il tessuto sociale e il potenziale economico locale. Occorre infatti dare risposte nuove a problemi sociali vecchi e con questo bando sosteniamo progetti che avranno un forte impatto nei territori nei quali si attueranno".
La Commissione valutatrice si è pronunciata secondo cinque criteri di valutazione: rilevanza e qualità del progetto sul piano architettonico-urbanistico; valore e impatto culturale e sociale; qualità del progetto sul piano della futura gestione e sostenibilità; fattibilità economica e finanziaria del progetto; efficacia e competenze del partenariato.

Il Comune di Lastra a Signa è tra i 15 progetti vincitori del bando “Spazi attivi. Percorsi di rigenerazione urbana del territorio” attivato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Il Comune di Lastra a Signa ha partecipato al bando presentando un progetto di riqualificazione del Giardino delle mura, redatto anche con la collaborazione e il contributo degli alunni della scuola secondaria di primo grado Leonardo Da Vinci. In particolare l’amministrazione comunale intende valorizzare l’area assegnandole una funzione ludico sociale in grado di stimolare i cittadini a frequentarla maggiormente. All’interno del progetto è stata infatti prevista la delineazione di spazi per giochi e attività tradizionali all’aperto dedicati ai più e meno giovani, come ad esempio un campo di pallavolo, per il tiro con l’arco e un campo da bocce e uno spazio attrezzato per i più piccoli, oltre e a un’area libera per giochi all’aperto capace di ospitare all’occorrenza strutture temporanee per eventi finalizzati alla valorizzazione dei prodotti del territorio. Il progetto inoltre prevede il restauro delle due torri, comprese nel tratto murario, dove potrebbero trovare sede in futuro associazioni e, attraverso l’attivazione di un cantiere scuola, anche di un tratto della cortina muraria. Il contributo al progetto vinto dal Comune di Lastra a Signa ammonta a 109.000 euro, il resto della somma, trattandosi do un cofinanziamento almeno al 50%, sarà stanziato dall’amministrazione comunale.

Il modello di collaborazione avviato sulla Fortezza del Girifalco che vede il Comune di Cortona e l’Associazione ONTHEMOVE muoversi all’unisono nella progettazione e ricerca di finanziamenti sta continuando a portare risultati importanti che cambieranno profondamente il volto di questo straordinario monumento e che incideranno in maniera significativa sull’intero sviluppo di Cortona e del territorio. Nel mese di ottobre 2017 l’Amministrazione Comunale assieme all’Associazione ONTHEMOVE ha presentato un progetto per alcuni importanti interventi di recupero del Bastione San Giusto ed aree esterne della Fortezza alla Fondazione CR Firenze .

Somministrazione di prodotti tipici e a "filiera corta", come vino e tartufo. Laboratori d'arte e di espressione creativa. Laboratori di prodotti naturali, che utilizzano piante aromatiche. Perfino una "ciclo-officina", con annesso "museo del telaio" che rende onore a uno sport molto radicato a Castelfiorentino. Dieci domande sono state ammesse in graduatoria nell'ambito de "La Strada dei Mestieri", il progetto promosso dall'Amministrazione Comunale per rivitalizzare il centro storico alto che contempla un investimento complessivo di 110.000 euro (interamente finanziato dal Governo attraverso il "Bando periferie"). Di queste dieci domande, una volta ultimata tutte le procedure di verifica e controllo, si conta di finanziare in base alle risorse disponibili sei/sette nuove attività, che saranno ubicate nelle vie principali del paese alto (Piazza del Popolo, Via Ferruccio, Via Tilli) attraverso contributi a fondo perduto, che coprono fino all'80% delle spese ammissibili (e con un tetto massimo di 18.000 euro).
Queste le domande ammesse in graduatoria: Donati Valentino (CaDo Snc - Bar enoteca), Barbagiovanni Mattia (Bar enoteca), Simoncini Orlando - Comunità castellana per il ciclismo popolare (Ciclo-officina), Bigazzi Velio (Somministrazione primi piatti e grigliate, focacceria, enoteca), Bramandi Massimo (laboratorio d'arte), Laghi Joela - Il vaso di Pandora (laboratori espressione creativa), Pasqualin Marco - Le aromatiche del Vara (laboratorio trasformazione piante aromatiche), Stefania Calugi (vendita tartufi), Marchetti Jurij (vendita tartufi freschi), Cappelli Stefano (servizi di consulenza fiscale).

Fotogallery


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it