Indietro

​Molotov a Pisa: incendiate auto della polizia penitenziaria

L'agguato da parte di tre soggetti incappucciati

Hanno lanciato bottiglie molotov contro due auto della polizia penitenziaria parcheggiate nei pressi della casa circondariale Don Bosco di Pisa.
 I carabinieri cui sono state affidate le indagini avrebbero immediatamente requisito la ripresa delle telecamere di videosorveglianza, ma non sarebbero state in grado di fornire indicazioni utili agli inquirenti.

"Un gesto gravissimo e assurdo, un atto ostile ed estremo contro la nostra istituzione. Gli investigatori sono al lavoro e speriamo che il loro lavoro dia presto i frutti utili per identificarli" la dichiarazione del segretario nazionale per la Toscana del Sappe.

L'assessore regionale alla presidenza, Vittorio Bugli, esprime la sua vicinanza alla polizia penitenziaria pisana "Siamo di fronte al gesto sconsiderato di chi ha scelto l'anonimato, ma che va condannato fermamente. Esprimo tutta la mia solidarietà alla Polizia penitenziaria che in tutta la Toscana ma in particolare a Pisa opera in condizioni difficili e con organico carente. Mi auguro che gli inquirenti – conclude Vittorio Bugli – riescano a fare piena luce sull'episodio e ad assicurare alla giustizia gli autori di questo sconsiderato gesto di gratuita violenza".


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it