Indietro

Morto Pietro Vuturo, storico ultras viola

Ph da Museo Fiorentina

Aveva 60 anni e combatteva da mesi contro una brutta malattia. In curva era chiamato "lo Zio". La Fiesole: "Onore a te Pietro!". Le testimonianze di cordoglio della città. Il sindaco Nardella: "La sua morte mi addolora molto". Palagi e Bundu: "Lo ricorderemo in Consiglio comunale". Funerali domenica 22 novembre al Romito. Fiori di Pezzella sotto la Fiesole e lo striscione ULTRAS

Pietro Vuturo purtroppo non ce l'ha fatta ed è morto nelle scorse ore dopo aver combattuto alcuni mesi contro una brutta malattia, di cui ha parlato ai media e sul proprio profilo Facebook. Aveva 60 anni. 

Tutti coloro che seguono la Fiorentina conoscono almeno di nome Pietro Vuturo, storico Ultras viola vecchia maniera. In curva Fiesole era chiamato "lo Zio" ed era super rispettato. 

Un volto noto anche nel Calcio storico fiorentino, faceva parte della Famiglia dei Verdi

Negli ultimi anni aveva anche partecipato come conduttore e opinionista a varie trasmissioni, soprattutto radiofoniche. "Per noi sei e sarai sempre musica, accompagnamento, testo, passione ed emozioni. Buon viaggio caro amico nostro e un grazie sincero per questi bellissimi anni dalla famiglia del Pentasport. 💜", si legge da Radio Bruno.

Nel 2019 era stato candidato per il Consiglio comunale di Firenze nella Lista Firenze Città Aperta - Bundu Sindaca.

In queste prime ore dalla notizia della scomparsa una valanga di testimonianze di affetto e stima per Vuturo stanno inondando l'etere viola: i siti specializzati e anche quelli di cronaca pullulano di cordoglio e ricordi.

Atf, l'Associazione Tifosi Fiorentini, stamani presto ha rivolto un saluto a Pietro Vuturo fornendo le condoglianze alla famiglia per la scomparsa dello "storico leader degli Ultras viola".

Tra le prime testimonianze, quella del Museo Fiorentina: "Piangiamo la scomparsa del grande Pietro Vuturo. Storico leader degli Ultras Viola e protagonista della storia della Curva Fiesole, lascia un segno indelebile tra tutte le persone che lo hanno conosciuto. Il Museo si stringe ai familiari con le più sentite condoglianze ed un abbraccio forte.Pietro ora sei in piedi in balaustra nel cielo stretto agli altri Fratelli Viola volati su....💜Pietro sempre con noi!".

Unonoveduesei - Curva Fiesole, i tifosi storicamente più vicini a Vuturo, lo ricordano così: "Onore a te, Pietro. Protagonista di quella "generazione di fenomeni" di cui i Fiorentini vanno fieri. L'amore e l'impegno che hai dato per la Fiorentina, senza chiedere niente in cambio e la tua militanza su quei gradoni, sono parte della nostra storia e lo saranno per sempre!Pietro è qua e canta con gli Ultras!".

Tra le testimonianze di cordoglio più sentite, quella del Gruppo Sicilia Viola: "Il gruppo Sicilia Viola si unisce al dolore di tutto il popolo Viola per la perdita del caro Pietro Vuturo e porge le condoglianze alla sua famiglia. Caro Pietro sei parte integrante della Storia del tifo Fiorentino ...continua ad indicarci da lassù la strada più verace (come eri tu) per seguire la nostra amata Fiorentina".

Emiliano Fossi, sindaco di Campo Bisenzio, a fine luglio aveva incoraggiato Vuturo sul proprio profilo Facebook e in questo momento, come migliaia di altre persone, è affranto. "Ciao Pietro, amico mio 💜" scrive su Facebook Fossi. 

Michele Pierguidi, Presidente del Quartiere 2, esprime così il proprio dolore: "Oggi è un giorno di lutto: dopo una lunga battaglia Pietro non ce l'ha fatta. Da giorni tutta Firenze si era stretta intorno a lui e faceva il tifo per quest'uomo coraggioso, simbolo degli Ultras viola e calciante Verde. Oggi è un giorno di dolore e il pensiero va ai suoi figli, alla famiglia e a tutti quelli che gli volevano bene. Pietro Vuturo è stato un Ultras, incarnandone la passione, la mentalità e lo spirito; da sempre protagonista del tifo per la Fiorentina, era un punto di riferimento rispettato e ascoltato da tutti i tifosi. Quelle stesse passione e grinta le aveva messe in campo indossando la maglia dei Verdi nei primi anni '80. Per Firenze e per San Giovanni, come calciante e poi come alfiere, in un amore che non era mani venuto meno. Pietro è stato un grande fiorentino e ci lascia circondato dall'affetto e dal rispetto di tutta la città. Si sapeva che stesse male, lui stesso aveva raccontato della sua malattia e lo aveva fatto a testa alta, come sempre ha fatto tutto nella sua vita. La sua lotta contro il tumore è stata un esempio di forza, coraggio e di dignità, una battaglia che Pietro non poteva vincere ma che ha combattuto come un leone fino all'ultimo".

Anche il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina lo ricorda con belle parole: "Prima Calciante dei Verdi di San Giovanni, poi Alfiere, grandissimo tifo o e capo ultras della Fiorentina, un grande fiorentino! Da parte del Corteo Storico un grandissimo abbraccio alla famiglia e a tutta la squadra dei Verdi e del tifo viola per la sua dipartita! Condoglianze da parte di tutti noi!".

“A causa di una brutta malattia contro la quale ha lottato fino all’ultimo ci ha lasciato Pietro Vuturo, fiorentino vero e persona genuina che amava profondamente Firenze, le sue tradizioni e la Fiorentina”, afferma il sindaco Dario Nardella appresa la notizia. “Ha lavorato per la sua città anche attraverso l’impegno politico. La sua morte mi addolora molto. Alla famiglia, agli amici e a tutti coloro che lo hanno conosciuto le mie condoglianze e quelle dell’Amministrazione”.

"Pietro Vuturo - commentano Antonella Bundu e Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune - era un cittadino di Firenze. Ci ha onorato della sua candidatura alle ultime elezioni amministrative, nella lista di Firenze Città Aperta, ma sappiamo bene che la sua storia e la sua persona andavano ben oltre una collocazione politica. Era una figura amata in tutta la città, che ha combattuto contro la sua malattia fino a che ha potuto e che purtroppo non abbiamo potuto salutare come avremmo voluto. Tifoso, calciante, uomo libero e generoso, per noi un compagno. Lo ricorderemo con una comunicazione in Consiglio comunale, con un intervento della capogruppo".

La salma è esposta fino alle 8 di domattina alle Cappelle Ofisa di via delle Panche.

I funerali si terranno domani domenica 22 novembre alle ore 17 alla chiesa del Sacro Cuore del Romito, in zona Fortezza da Basso.

AGGIORNAMENTO DOMENICA 22 NOVEMBRE. "Il Presidente Commisso, la dirigenza e tutta la Fiorentina piangono la scomparsa di Pietro Vuturo, storico tifoso viola 💜". Con tre foto del capitano Pezzella che depone i fiori sotto lo striscione ULTRAS in Curva Fiesole.

Antonio Patruno
© Riproduzione riservata

Fotogallery


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it