Indietro

Editoria Toscana — rubrica a cura di Antonio Patruno

Paolo Cocchi: "L'inversione di spin" dell'ex assessore regionale

Sabato 9 novembre presentazione del romanzo a Barberino del Mugello con Van Straten e Pazzagli

Saranno lo scrittore Giorgio Van Straten e la psicologia Benedetta Pazzagli a presentare il nuovo romanzo di Paolo Cocchi intitolato L’inversione di spin, edito da Mauro Pagliai. L’incontro, parte della rassegna “Il tempo delle parole”, si terrà sabato 9 novembre alle 17.00 a Barberino di Mugello nei locali della Biblioteca “E. Balducci” (piazza Cavour, 36).

Paolo Cocchi è stato sindaco di Barberino e assessore alla cultura della Regione Toscana. Già autore di testi di politica e filosofia, nel 2010 pubblica con Sarnus Diario di un diario, un’intima e coinvolgente riflessione sulla storia, e nel 2013 con Pagliai La bilancia smarrita, dove partendo da spunti autobiografici affronta il tema del giustizialismo. L’inversione di spin traccia una parabola generazionale attraverso la storia di un rapporto di coppia, quello tra il narratore Nico Incerti, classe ’56, e Clara Bevilacqua. Nico ripercorre i momenti salienti del proprio passato: tra questi il naufragio del matrimonio, causato dal riemergere di ferite d’infanzia mai sanate, da una costituzionale mancanza di vitalità e, soprattutto, dalla freddezza con la quale accoglie il desiderio di Clara di essere madre. Nel ricordare le diverse “fasi” della propria esistenza, ognuna intimamente intrecciata agli avvenimenti storici – gli anni di piombo, il crollo del comunismo, la disaffezione politica della seconda repubblica – il protagonista arriverà a comprendere la sua sconfitta ed elaborare, nella ritrovata solitudine del paese natale, una forma di privata saggezza e accettazione del proprio destino.


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it