Indietro

Siena Calcio — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Più pilu e più Robur per tutti: il Siena sceglie l’ironia e il web si scatena

Migliaia di visualizzazioni per il video che lancia la campagna abbonamenti. La presidente Durio come Cetto La Qualunque: idea ok perché fa sorridere

SIENA CALCIO — “Cari amici tifosi e soprattutto care amiche tifose, il mio pensiero soprattuttamente va a voi e senza dubbiamente io vi ringrazio”. Così inizia il video di promozione della campagna abbonamenti della Robur Siena per questa stagione. Il riferimento è chiaramente al film “Qualunquemente” pellicola del 2011 diretta da Giulio Manfredonia. Il protagonista è Cetto La Qualunque un losco personaggio che si candida a sindaco di un paesino calabrese: ad interpretarlo un magistrale Antonio Albanese.

Scegliendo l’ironia, nel breve video, pubblicato anche sul sito della società nonché sui canali social, la presidente (come ama farsi definire) del Siena, Anna Durio, veste i panni di Cetto e, in un improbabile comizio elettorale, invita i senesi a seguire la squadra a fare l’abbonamento. “Tu che vieni allo stadio, tu che fai il tifo e l’abbonamento io ti ringrazio. Invece, tu Caino, che non ci segui tu che non fai l’abbonamento, stai pure sul divano”! Seguono applausi della folla con bandiere che sventolano sullo sfondo.

Infine il riferimento alla mitica frase del film “più pilu per tutti” rimasta nell’immaginario collettivo riproposta nella versione bianconera “più Robur per tutti”.

A dire il vero, leggendo facebook, la proposta comunicativa della società ha trovato pareri contrastanti: il pubblico si è diviso tra, è il caso di dirlo, il partito del “no” e quello del “si”.

C’è chi ha apprezzato valutando l’ironia del messaggio (la maggioranza ) e altri che non hanno gradito. Ciò che va sottolineato però è che alle 8 di questa mattina il video aveva raggiunto già 2820 visualizzazioni su FB: dunque, se vogliamo, l’intento di chi lo ha concepito è stato raggiunto: arrivare, nel più breve tempo possibile, a raggiungere un pubblico vasto.

Verrebbe da dire che il detto “Nel bene o nel male purché se ne parli”, che parafrasa un brano de “Il ritratto di Dorian Gray” di Oscar Wilde (1890) è, in questa occasione, quanto mai valido.

Per quanto riguarda chi vi scrive, è fondamentale precisare che l’atteggiamento bonario, il divertito distacco dalle cose, in generale, è sempre benvenuto. In altra parole, una dose di humor, in ogni momento della vita, può aiutare. Peraltro, il calcio deve vivere anche di ironia. Restando pur sempre un gioco, è bene ricordarlo, deve essere preso non troppo sul serio soprattutto da chi lo vive da appassionato, da tifoso. E’ bello perché fa emozionare, fa credere, delude, sa farsi amare ed odiare. Sa coinvolgere, sa rapire e sa anche influenzare. Il calcio è tutto questo. Con questa consapevolezza, il video appare, sfruttando ancora una citazione, più comunicativo che“comunicaTTivo” (programma radiofonico Rai di Igor Righetti).

Più pilu per tutti e più Robur per tutti: così sia!

Per vedere il video www.robursiena.it. Nella foto l'immagine di promozione della campagna abbonamenti 

Siena Calcio — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore. Potete scrivergli a tonio.saponaro@virgilio.it

E-mail: tonio.saponaro@virgilio.it


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it