Indietro

Sabato e domenica spettacolari in Toscana

Edizione straordinaria del Merc’ANT. Musica in ospedale a Careggi, al Meyer e al San Donato di Arezzo. "Inbanda" nel Parco di Pratolino. Bio & Food a Tavarnelle Val di Pesa. Sei appuntamenti per scoprire il cuore della Valdelsa. Festa dell'olio "novo" a Castelmuzio. Domenica a Casale torna la Marronata. Harborea 2017 al Parco di Villa Mimbelli a Livorno

Si preannuncia un bel fine settimana con temperature primaverili, un’ottima occasione dunque per uscire di casa e approfittarne.

Torna sabato 14 e domenica 15 ottobre in orario 10-13 e 15-19 all’interno di Villa Arrivabene (sede del quartiere 2) in piazza Alberti 2/a, un’edizione straordinaria del Merc’ANT promosso da Fondazione ANT Onlus. Non mancherà l’occasione per trovare tante cose nuove come oggettistica, casalinghi, biancheria per la casa, bigiotteria, borse, cosmesi, pelletteria, prodotti eno-gastronomici (vino, olio, dolci) e tanto altro, frutto della solidarietà di aziende e privati e confezionate dalle volontarie/i ANT, senza le quali non sarebbero possibili queste iniziative. La Fondazione ANT infatti è sempre alla ricerca di volontari/e per sostenere le proprie iniziative di raccolta fondi. La Manifestazione gode del patrocinio del Comune di Firenze e rappresenta un appuntamento importante per il Quartiere 2. Il ricavato dell’iniziativa andrà a sostenere le attività di assistenza domiciliare e specialistica che ANT offre gratuitamente ai malati di tumore e alle loro famiglie in 10 regioni italiane tra cui la Toscana (dove opera a Firenze, Prato, Pistoia) e i progetti di prevenzione oncologica sempre gratuiti portati avanti dalla Fondazione. La struttura sanitaria nella regione Toscana è composta da 9 medici, 6 infermieri e 3 psicologi.

A partire da domenica 15 ottobre tornano i concerti di musica in ospedale dell’associazione A.Gi.Mus. Firenze, un progetto che nel 2018 festeggerà i suoi vent’anni di attività. Alle ore 10.30, nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, ingresso libero), in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi, si inaugura la nuova programmazione di Careggi in Musica con “Dalla Russia con amore e per scherzo”. Luca Provenzani al violoncello e Amerigo Bernardi al contrabbasso (entrambe prime parti dell’ORT – Orchestra della Toscana) e l’attore Raoul Gallini presenteranno un programma con musiche di Rossini, Levitin e Prokofiev, accompagnate dalla lettura di testi di Anton Čechov. Dieci saranno i concerti di Careggi in Musica in questa seconda parte dell'anno, ogni domenica senza interruzioni fino al 17 dicembre, con musica da camera, recital di pianoforte, tango, giovani talenti, musica vocale.

In contemporanea, all’Ospedale Pediatrico Meyer (Viale Pieraccini, 24), domenica torna anche MM – Musica al Meyer, progetto nato grazie alla collaborazione e al sostegno della Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer, che all’interno delle Domeniche in Ludoteca presenta una serie di concerti esplicitamente pensati per i bambini. Alessia Arena alla voce e Francesco Catalucci alla chitarra porteranno in scena Cantabestiario, una piece teatralmusicale per voce e chitarra nata dall’incontro tra il cantautore Sergio Endrigo e due grandi poeti: Gianni Rodari ed il brasiliano Vinicius De Moraes. In questo caso l’iniziativa è prevalentemente rivolta ai piccoli degenti e ai loro familiari, ma l’ingresso è possibile anche per il pubblico esterno prenotando all’indirizzo agimus.firenze@agimus.it.

La Direzione turismo, cultura, istruzione e sociale della Città metropolitana di Firenze promuove per domenica 15 ottobre un festival di filarmoniche dal titolo Inbanda nel Parco, che prevede la partecipazione delle Filarmoniche di San Godenzo, Barberino di Mugello, Vicchio e Fiesole. La manifestazione, a partecipazione libera e gratuita, è proposta dalla Metrocittà e realizzata con il coordinamento di 'Anbima' Sezione Firenze Prato. Il concerto avrà inizio alle ore 15, davanti alla Locanda del Parco e proseguirà per tutto il pomeriggio. Le filarmoniche si esibiranno a turno sul palco del pratone, l'evento si concluderà con un brano realizzato all'unisono sul prato davanti al Colosso dell'Appennino. In caso di maltempo l'evento verrà necessariamente rinviato.

Un patrimonio di sapori e saperi in piazza per una domenica che rende omaggio all’identità genuina e rurale del Chianti. E’ “Tavarnelle Bio & Food”, la fiera delle eccellenze biologiche che il 15 ottobre dalle ore 10 alle ore 20 prende vita in piazza Matteotti, via Roma e piazza Cresti su iniziativa del Comune di Tavarnelle Val di Pesa, organizzata da Colleventi. Un’occasione preziosa di promozione e comunicazione, confronto che coinvolge produttori e consumatori in cui l’incontro diretto tra gli operatori e il pubblico, esigente, preparato e consapevole, mette radici nel terreno della qualità. L’iniziativa è caratterizzata da una ricca programmazione che prevede una mostra mercato di prodotti biologici ed enogastronomici, un mercatino artigianale e un’area giochi agreste per bambini. Il punto di forza di Tavarnelle Bio & Food è la creazione di un momento di incontro tra chi ama la terra, la lavora e chi apprezza le tradizioni alimentari e la cultura gastronomica contemporanee. Un’arte da tramandare, innovare e valorizzare nel segno della tipicità locale. Saranno presenti cerca trenta aziende, legate al mondo agricolo e artigianale, provenienti dal territorio chiantigiano, valdelsano e fiorentino. Un posto d’onore sarà riservato ai grani e alle farine antiche illustrate direttamente dal mugnaio dell’Associazione grani antichi di Montespertoli, ai funghi e alle erbe selvatiche esposte e descritte dall’associazione micologica il Cimballo di Colle Val d’Elsa. Per i più piccoli sarà attiva una piccola fattoria didattica animata da galline, conigli, caprette, asini e pony da accarezzare e conoscere in sella. Laboratori e attività che evocano tradizioni e giochi di una volta riempiranno di immagini del passato le piazze e i principali luoghi di incontro di Tavarnelle. Il Centro Commerciale Naturale garantirà un’apertura straordinaria dei negozi. Ingresso libero.

Domenica 15 ottobre tutti a Castelfiorentino per la “Festa d’Autunno”, appuntamento che inaugura simbolicamente l’arrivo della nuova stagione in concomitanza con i negozi aperti e il mercato di artigianato, piccolo antiquariato e prodotti tipici che si svolgerà nel centro storico basso, dalle ore 8.00 alle ore 20.00. Promossa dall’associazione del CCN “Tre Piazze” in collaborazione con Confesercenti e il patrocinio del Comune di Castelfiorentino, la Festa d’Autunno si snoderà lungo un percorso che collegherà Piazza Cavour a via Costituente, passando per via Ridolfi. Attese decine di espositori, che offriranno ai visitatori un’ampia offerta di articoli artigianali e di delizie autunnali: prodotti interamente fatti a mano e prodotti tipici (formaggi, salumi, olio nuovo, ecc…) che non mancheranno di soddisfare i palati più esigenti.
Per chi desidera fare acquisti, inoltre, potrà fare un giro in centro con i negozi aperti, assicurandosi così i “nuovi arrivi” della stagione autunno-inverno 2017/2018.

Ville, Castelli e fattorie storiche per scoprire il cuore della Valdelsa, i segni ancora visibili della civiltà contadina, le tradizioni, le personalità di rilievo, i prodotti della terra, il paesaggio. Da domenica 15 ottobre si inaugura una nuova rassegna che interessa i territori e le dimore storiche di Castelfiorentino, Certaldo e Montespertoli. Un unico format valido per 6 appuntamenti (di sabato o domenica, di cui il primo domenica 15 ottobre al Castello di Oliveto) che punta a rendere appetibile e pienamente fruibile il patrimonio appartenuto in passato alle famiglie nobiliari, terreni e ville un tempo organizzati sotto quel sistema di “fattoria” che ha dominato per secoli in Toscana. Due i capisaldi della rassegna: il trekking e il teatro. Durante le passeggiate, adatte a persone di tutte le età, i partecipanti saranno infatti accompagnati da una guida ambientale e da uno storico locale, che racconteranno le caratteristiche della dimora visitata e la fisionomia assunta nel corso dei secoli dal paesaggio circostante, con un’attenzione particolare ai cambiamenti avvenuti per l’opera dell’uomo. Contestualizzare a livello paesaggistico alcune tappe è fondamentale per cogliere l’evoluzione delle dinamiche insediative del ceto rurale all’interno delle singole comunità. Una volta conclusa la passeggiata, i partecipanti saranno coinvolti in una visita guidata alla dimora (Villa, Castello o fattoria) che si concluderà con una performance teatrale. Quest’ultima sarà eseguita attraverso il format teatrale “la panchina”, a cura di TeatroCastello, uno spazio pubblico in cui personaggi e protagonisti di storie quotidiane si incontrano, intrecciano legami, condividono esperienze di vita. Ma anche luogo dell’imprevisto, del complicarsi delle trame della vita e dell’irrompere del tempo, da cui affiorano aneddoti e modi di dire, restituendo un’immagine autentica, a tratti irriverente, ironica, mordace. Un format, insomma, che ben si presta pubblico variegato (giovani e adulti), e in grado di adattarsi a qualsiasi contesto, attraverso l’uso di un linguaggio schietto, accessibile. Al termine della performance teatrale è prevista una degustazione di prodotti tipici locali, in modo da completare la valorizzazione della location prescelta anche sotto l’aspetto enogastronomico. Questo il calendario degli eventi (orario di ritrovo: 14.30): Domenica 15 ottobre: Castello di Oliveto - Sabato 21 ottobre: fattoria di Fiano – Domenica 29 ottobre: Villa di Meleto – Sabato 11 novembre: fattoria Paglieri – Sabato 18 novembre: fattoria tenuta di Sticciano – Domenica 26 novembre: Castello di Coiano. La quota di partecipazione per ogni evento è di € 10,00, con possibilità di abbonamento ai sei eventi al prezzo di cinque (€ 50,00).

Come ogni anno inaugura le iniziative autunnali del Comune di San Godenzo: domenica prossima 15 ottobre per tutta la giornata nel Comunello di Casale ci sarà la tradizionale “Marronata”. Dall’alba al tramonto è previsto il mercatino-mostra scambio oggetti, e, novità di quest’anno, anche un piccolo mercatino con addobbi natalizi artigianali. Oltre a questo saranno venduti i marroni del territorio e dolci a base di questo prezioso frutto del bosco. A pranzo sarà possibile gustare piatti con i prodotti locali e tante altre ghiottonerie. La giornata sarà allietata da animazione e musica per grandi e piccini.

Si arricchisce di opportunità di vista a Poggio a Caiano la mostra Soffici e Rosai. Realismo sintetico e colpi di realtà con le visite guidate proposte nel fine settimana. Al via da sabato 14 ottobre (ore 16.30) e domenica 15 ottobre (ore 10.30) gli appuntamenti che permettono di approfondire la conoscenza di due fra i più grandi artisti del Novecento dei quali la nuova esposizione delle Scuderie medicee propone un corpus di oltre settanta opere, fra dipinti e disegni dagli anni ’10 al secondo dopoguerra, oltre a lettere originali, fotografie d’epoca, pennelli, tavolozze e prime edizioni di libri. Le visite guidate si ripeteranno con gli stessi orari tutti i fine settimana fino alla chiusura della mostra. In aggiunta alle date in programma è possibile concordare date straordinarie con gruppi di ameno 10 persone.

Fa tripletta lo Streetfood Village a Poggibonsi, il borgo in provincia di Siena, dove dal 13 al 15 ottobre, nella centralissima Piazza Matteotti, arriveranno oltre 50 cibi di strada dall’Italia e dal mondo. L’evento rientra nelle tappe del giro d’Italia organizzato dall’Associazione nazionale Streetfood in collaborazione con l’Associazione Via Maestra e con l’Amministrazione Comunale del borgo della Val d’Elsa. Dopo il successo raggiunto nelle precedenti edizioni nelle quali in tre giorni erano stati attratti oltre 30 mila visitatori, ancora una volta sarà il centro storico di questa bella cittadina a beneficiare della visita di tanti appassionati. Decine e decine di appuntamenti promossi dall’Associazione nazionale Streetfood in tutta Italia. Obiettivo è quello di far divertire il maggior numero di appassionati attraverso la cultura del cibo di strada. Solo nel 2016 sono stati raggiunti in tutta Italia quasi due milioni di persone. Un format di successo non solo per gli organizzatori degli eventi, ma da condividere con gli operatori economici del settore e le realtà territoriali che hanno creduto in questo progetto. Anche decine di eventi collaterali, momenti di confronto e convegni, un concorso dedicato alla stampa nazionale e decine di concerti che hanno fatto da sfondo alle varie tappe.

Castelmuzio celebra il suo prodotto di eccellenza, appena franto. Da venerdì 13 a domenica 15 torna la Festa dell’olio “novo”, con un ricco calendario di appuntamenti. Si comincia venerdì 13 (ore17) con una visita al frantoio di Castelmuzio e una degustazione guidata in italiano e inglese. Quindi (ore 18) apertura di “Aperolibar”: peritivi a base d’olio e assaggi di oli diversi a cura dei ragazzi di Borgo Salotto. Si prosegue con “Tutt’unto” cena con menù della tradizione a base olio Evo nei ristoranti locali Casalmustia e allaTrattoria della Filiera. A Seguire, torneo di biliardo individuale a eliminazione diretta e (ore 21,15) al Museo della compagnia: concerto con il violino di Mattea Saladino e il pianoforte di Silvia Freguglia. Musiche di Mozart, Monti e Schubert. Sabato 14 si comincia presto (ore 9,30) con un mercatino dei produttori di olio locale, di vino Doc Orcia e di prodotti tipici. In vendita anche oggetti del passato con asta benefica a fine serata. In contemporanea un incontro tecnico sui cambiamenti climatici e l’olivicoltura nell’area del Senese: irrigazione e fertilizzazione per mitigarne gli effetti. Ne parlano Riccardo Gucci, Giovanni Caruso, Tommaso Torrigiani Malaspina, Alberto Puggioni. Modera Riccardo Ricci. Quindi (ore 11) “Saper riconoscere un buon olio” con gli assaggiatori Aicoo, per scuole. Nel pomeriggio (ore 16) il torneo di biliardo e il torneo di tennis tavolo individuali a eliminazione diretta. Per le vie del borgo: “Vecchi giochi per l’Olio Novo” riservato a grandi e piccini. Quindi: (ore 16,30) “Saper riconoscere un buon olio” con gli assaggiatori Aicoo; (ore 17) “Come una volta”, simulazione della raccolta delle olive come ai tempi passati. Nel pomeriggio (18-19,30) l’asta benefica e la premiazione del torneo di biliardo. In serata (ore 21,15) al Museo della compagnia. Domenica 15 (ore 8,30) si svolge una passeggiata tra gli olivi di circa 8 km. con visita alla chiesa del monastero di Sant’Anna in Camprena e colazione con fettunta. Quindi (ore 9,30) per le vie del borgo, riprende il mercatino dei produttori locali e degli oggetti del passato, con asta benefica a fine serata; (ore 11) “Saper riconoscere un buon olio” con gli assaggiatori Aicoo; (ore 12,30) pranzo con menù della tradizione a base olio Evo presso lo stand gastronomico. Nel pomeriggio torneo di tennistavolo a eliminazione diretta (ore 15). A seguire “Il Gioco dell’oca” per grandi e piccini, musica da strada, magie e giochi circensi. Fino alle 19, “Olio da Strada”, degustazione itinerante e percorso olfattivo. In programma anche una simulazione della raccolta delle olive come avveniva in passato (ore 17). Gran finale (ore 20,30), dopo l’asta benefica con vino novello, castagne e divertimento in piazza.

Taglio del nastro per la settima edizione di Harborea, Festa delle Piante e dei Giardini d’Oltremare in programma nei giorni 13,14 e 15 ottobre nel parco di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva).La manifestazione sarà inaugurata venerdì 13 ottobre alle ore 15 alla presenza delle autorità cittadine e del Garden Club, organizzatore della manifestazione. Harborea sarà una tre giorni densa di novità nel settore della floricoltura, del giardinaggio e della botanica con 90 espositori accuratamente selezionati provenienti da tutta Italia, e perfino dall’estero, che metteranno in mostra piante rare, da giardino e per la casa, prodotti per il giardinaggio, oggettistica sul tema del verde, dei fiori, dell’alimentazione, della cura e della cosmesi naturale. Una vera “Festa” delle piante con vere eccellenze del vivaismo di qualità: dagli agrumi alle peonie, dalle spezie ai frutti esotici e inusuali, dalle aromatiche ai frutti rossi.Affiancheranno la mostra mercato Caffè Letterari con presentazioni di libri e chiacchierate culturali; non mancheranno lezioni di decorazione floreale, degustazioni e laboratori per bambini. Ad allietare l’atmosfera di Festa anche spettacoli teatrali e musicali nell’ottocentesco teatrino al centro del parco.

Fotogallery


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it