Indietro

Scomparsi in Toscana — rubrica a cura di Filomena D'Amico

Scomparsa da Arezzo, dubbi sull'ultimo messaggio

Un appuntamento, poi mancato, per il giorno successivo alla scomparsa e la ripetizione della frase "Tranquilli sto bene"

Alle 21 di martedì 23 gennaio si perdono le tracce della donna di Subbiano, che avrebbe lasciato la provincia di Arezzo per raggiungere Napoli, in treno. Le procure di Arezzo e Napoli coordinano l'attività degli inquirenti dopo l'apertura di una inchiesta.

 L'ultimo messaggio inviato ai figli dallo smartphone che risulterebbe scollegato anche dai vari social frequentati dalla donna che aveva profili attivi su Facebook, Twitter e Instagram solleva alcune perplessità.
Il testo è stato analizzato nel corso del programma televisivo di Rai3 Chi l'ha visto? (su RaiPlay l'ultima puntata) che ha effettuato un collegamento in diretta con l'aretino ed i colleghi del Corriere di Arezzo. Alcune frasi, riferimenti ad orari, usi e consuetudini familiari, e persino la scelta delle parole avrebbe destato sospetti in chi la conosce bene.
Il marito, intervistato nelle scorse ore, ha puntato il dito sulla pericolosità dei social "i cellulari sono la rovina dell'uomo".

 L'auto della donna, una Fiat Punto di colore grigio, è stata rinvenuta in un parcheggio, aperta e con le chiavi inserite.
La donna sarebbe poi salita su un treno diretto a Napoli dove l'avrebbe aspettata qualcuno, approfondimenti sono in corso nei dati delle piattaforme social così come verifiche continuano sulla messaggistica istantanea, da parte degli agenti del reparto postale della Polizia di Stato.

Scomparsi in Toscana — rubrica a cura di Filomena D'Amico

Filomena D'Amico

Filomena D'Amico — Giornalista pubblicista. Ha collaborato con Quotidiani locali e Radio toscane, cura la rubrica degli "Scomparsi in Toscana" in collaborazione con l'Associazione Penelope Toscana costituita nel 2012

E-mail: damicofilo@gmail.com


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it