Speciale Riscaldamento a Firenze: obblighi, sanzioni, controlli e controllori

Chi sbaglia paga carissimo: ma i cittadini lo sanno cosa devono fare? Le sanzioni arrivano fino a 3000 Euro.

Nonostante l'impossibilità di ottenere informazioni utili da parte degli addetti ai lavori, siamo riusciti a confezionare un dossier che crediamo possa essere utile per i cittadini fiorentini e toscani.
Cosa si nasconde dietro l'accensione della caldaia domestica o condominiale, cosa è cambiato nella normativa e cosa accade adesso agli immobili nuovi, ristrutturati, o da adattare, quali obblighi di legge devono essere rispettati, come si effettua l'autocertificazione e cosa si rischia in caso di controllo. Le risposte a queste domande le trovate nello Speciale di Nove da Firenze.

Le risposte che non troverete riguardano il sistema delle verifiche perché nell'ordine non abbiamo avuto risposta da:
Multiservice Spa, la Società vincitrice dell'appalto per il controllo del territorio fiorentino che ha rimandato qualsiasi domanda al Comune di Firenze.
Assessorato all'Ambiente che detiene la delega e la responsabilità amministrativa sulle opere di censimento e verifica, e ci ha attaccato il telefono in faccia.
Agenzia Fiorentina per l'Energia che per conto della Città Metropolitana effettua le verifiche sull'area vasta e dopo aver richiesto domande scritte, si è data alla macchia.
Una piccola delusione è arrivata anche da parte della Cgil, alla quale avremmo voluto chiedere maggiori chiarimenti sull'attività di verifica svolta dai loro assistiti, ma crediamo che questo Speciale possa offrire spunti di riflessione anche al sindacato che si è rivolto agli Assessori Alessia Bettini e Federico Gianassi per salvaguardare il posto di lavoro dei 13 dipendenti fiorentini impiegati presso Multiservice Spa.

Cosa è Multiservice Spa e chi c'è dietro la Società genovese che si è aggiudicata nel 2011 un appalto da oltre 3 milioni di euro, arrivando terza su quattro a punteggio e risultando poi vincitrice ("in data 19/05/2011 la Direzione Segreteria Generale Affari Istituzionali, Servizio Appalti e contratti con nota n. 0043373 comunicava che a seguito dell’esame per il controllo dei requisiti di ordine speciale ai sensi dell’art. 38 e art. 48 del D.Lgs. n.163/06 erano state escluse le -altre- società"), fa parte di una più articolata riflessione etica ed imprenditoriale. Per dissipare ogni dubbio in merito a possibili interpretazioni errate sulla vicenda, rivolgiamo un appello al sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Per tutti i soggetti interessati vale come sempre la regola d'oro: c'è sempre tempo per rispondere alle domande ed informare i cittadini.

Documenti

Tutti gli articoli su Speciale Riscaldamento a Firenze: obblighi, sanzioni, controlli e controllori


© 1997-2014 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it