Speciale Scuola: da Firenze i consigli per l'uso

Dalla Buona Scuola alla Vera Scuola, esistono alcune differenze in parte colmate con i fondi economici, con le ristrutturazioni e con la stabilizzazione degli organici: ma il caro libri ed accessori, i difetti strutturali, i laboratori affidati molto spesso al buon cuore degli insegnanti costituiscono una realtà che guarda al futuro con i mezzi del passato.
Abbiamo raccolto in uno Speciale le osservazioni ed i consigli utili che amministratori, genitori, professionisti e specialisti rivolgono a genitori e studenti al fine di vivere al meglio le ore di studio ed affrontare con serenità un passaggio determinante della vita personale e familiare.

Il buon esempio di Uncem, i comuni montani toscani hanno scelto internet. Chi si è avventurato nel campo della sperimentazione come i Comuni che hanno scelto la filiera corta ed il cibo biologico per le mense scolastiche, Firenze ad esempio, oppure hanno scommesso sull'innovazione come il Comune di Sestino sull'Appennino in provincia di Arezzo, ai confini con Marche ed Emilia Romagna, hanno notato la differenza e non tornerebbero più indietro. Il Sindaco Marco Renzi lo conferma a Nove da Firenze: "Aver consegnato tablet e lavagne elettroniche ad alunni ed insegnanti è il primo passo verso una necessaria modernizzazione. Il wireless viaggia a 6 Mega, siamo in attesa per fine anno della Banda Larga per poter aumentare copertura e velocità di connessione".

Gli alunni del 2015 sono connessi, ma sono anche accolti in strutture dove i campi di calcio sono diventati parcheggi, dove sulle piste di atletica sono nate le piante, dove crollano i controsoffitti e si infiltra l'acqua piovana o come il Biennio dell'ex ITI Leonardo Da Vinci che adotta un Vademecum anti-amianto.
Sono attaccati al web, ma trascinano trolley e sopportano zaini stracolmi di materiale cartaceo che compromette la struttura ossea e muscolare del bambino prima e del ragazzo poi, costringendo l'uomo di 35 anni alle cure fisioterapiche previste per un anziano lavoratore.
Secondo il Codacons i libri di testo possono arrivare a pesare sino a 600 Euro per famiglia, quando un buon Tablet si trova per poco più di 250 Euro.

Nell'Italia che spinge sull'alternanza Scuola - Lavoro e si accorge con stupore di quanto fossero utili le Botteghe artigiane del Rinascimento, ad arricchire la dotazione dei laboratori ci pensano le grandi catene di distribuzione come Coop ed Esselunga che attraverso i Punti ricavati con la Spesa regalano Bollini da consegnare alla Direzione scolastica che li trasformerà in computer ed accessori.

Vogliamo essere Smart e Friendly, Easy e molto Bio, perché fa trendy o più semplicemente per salvare il salvabile, ma i giganti sui quali ci siamo appoggiati per guardare più lontano, un po' se la ridono.

Documenti

Tutti gli articoli su Speciale Scuola: da Firenze i consigli per l'uso


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it