Indietro

Tramvia e Bailey: il ponte temporaneo, forse permanente

Quando sono stati abbattuti spallette ed alberi per fare posto all'infrastruttura qualcuno ha indicato la Certosa, ma si è guardato il dito

La realizzazione sul Mugnone di un Ponte Bailey, costruzione così definita per la sua caratterizzazione emergenziale e temporanea, ha sconcertato e non poco i residenti della zona abituati ad affacciarsi su strade poco trafficate diventate una arteria determinante per il traffico dai viali verso lo Statuto.
Prima della posa ne è stata garantita quella temporaneità che però oggi sembra decadere trovando negli atti una scappatoia dove si parla di un "definitivo assestamento della mobilità" necessario affinché il ponte perda la propria funzione pubblica.
Ma quando avverrà il definitivo assestamento e chi dovrà valutarlo?

Oltre ad un presidio a difesa degli alberi organizzato da cittadini ed amanti della flora e fauna presenti sul torrente che scende dalla Faentina, anche la mobilitazione della comunità ortodossa per la vicinanza con la Chiesa Ortodossa Russa monumento storico sottoposto alla tutela della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico e Artistico della città di Firenze. Ma il ponte serviva, vista la chiusura contemporanea del viale Milton e del ponte Statuto. Nulla hanno potuto le critiche e le invettive di chi suggeriva di guardare al Bailey del Galluzzo alla Certosa, temporaneo oramai da parecchi anni.

 Cosa ne sarebbe stato del ponte con l'apertura del sottopasso Milton - Strozzi e con la riapertura dello Statuto? Numerose le interrogazioni in Consiglio Comunale.

Tra il Viale Milton e Via XX Settembre il 22 settembre 2014 viene posata l'infrastruttura che, per esigenze di mobilità, non verrà pienamente sfruttata delimitando una corsia con blocchi di cemento.

Oggi ricorda l'opposizione pentastellata "Tutti gli Assessori si sono sempre impegnati a confermare la transitorietà di questo ponte, così come prevede anche il “Progetto esecutivo – Linea 3 Ponte Provvisorio sul Mugnone –Relazione Tecnica”.

Il documento però non sarebbe chiaro sulle tempistiche "Nonostante il Sindaco e gli Assessori abbiano sempre dichiarato che il ponte sarebbe stato chiuso con l’avvio delle due linee tramviarie, oggi non è più così. Rispondendo ad una interrogazione l’Assessore Giorgetti ricorda quanto previsto nel Progetto Esecutivo, cioè che il contratto prevede che il Ponte provvisorio "venga mantenuto, successivamente all'avvio dell’esercizio tramviario, fino al definitivo assestamento della mobilità veicolare". Non erano vere allora le affermazioni con cui dichiarava che il ponte sarebbe stato dismesso con l’avvio delle due linee, al contrario il ponte rimarrà dopo il loro avvio, ma fino a quando?".

Fotogallery


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it