Indietro

Pugilato — rubrica a cura di Massimo Capitani

Campionati regionali Junior e Youth successo per la Boxe Mugello

i tecnici Leonardo Sarti (il secondo da sinistra) e Alessio Vestrini (il primo da sinistra) ricevono la Coppa per la società prima classificata

Bogonos e Falaschi campioni toscani, la società premiata come prima classificata

Cinque atleti impegnati, quattro arrivati alla finale, due che si sono laureati campioni regionali e inoltre la Coppa per la Società prima classificata e la Coppa per il pugile più combattivo. Questo il lusinghiero risultato della Boxe Mugello ai campionati regionali Junior e Youth di pugilato che si sono tenuti a Lucca nel fine settimana appena trascorso. Un risultato eccellente che ha avuto, però, un retrogusto amaro per tre sconfitte discutibili, cosa purtroppo non nuova per i ragazzi della società borghigiana.

Ma iniziamo dalle note più positive, che sono tante e importanti: Antonio Bogonos, nella qualifica Junior fino a 54 kg, e Gabriele Falaschi, sempre nella qualifica Junior fino a 60 kg, si sono aggiudicati il titolo battendo ai punti rispettivamente, in finale, Daniele Vatteroni della Pugilistica Carrarese e Francesco Galvani della Boxe Lastra a Signa. Una grande soddisfazione per i tecnici Gabriele e Leonardo Sarti che hanno curato la preparazione di Bogonos e per il tecnico Alessandro Dell’Unto che ha, invece, curato la preparazione di Falaschi nella palestra di Ponte a Egola.

A ciò si aggiungano anche la Coppa per il pugile più combattivo proprio per Falaschi, che ha sostenuto e si è aggiudicato tre vere battaglie in appena tre giorni, e la Coppa per la migliore Società della competizione regionale che costituisce un grande riconoscimento per il duro lavoro svolto fino ad oggi dal sodalizio mugellano con i ragazzi più giovani.

Passando alle note un po’ meno positive, sono comunque degne di nota le prestazioni degli altri pugili mugellani in gara: Ermir Haruni è stato battuto in finale da Flavio Meta della Sempre Avanti Firenze mentre Christian Manzi, sempre in finale, si è visto preferire dagli arbitri Matteo Valgiusti della Samurai Firenze. Due verdetti che, come già detto, lasciano l’amaro in bocca, ma questo è lo sport e si devono accettare anche decisioni che non si condividono e che, sicuramente, aiuteranno a crescere i giovani atleti. Così come è successo venerdì in semifinale a Juri Balla, medaglia d’argento ai Campionati Italiani Junior dell’anno scorso, e che quest’anno è stato sconfitto ai punti da Raoul Diani.

Ciò che è certo è che tutti e cinque i boxeur della Boxe Mugello si sono preparati al meglio per l’occasione e hanno dimostrato una serietà e una maturità degne di un professionista. E questo fa ben sperare per un futuro prossimo pieno di soddisfazioni e di successi.

Uffio stampa Boxe Mugello


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it