Indietro

Casaglia: mega incendio con fiamme alte 35 metri spento alle una di notte

Mugello: il rogo, che ha interessato in particolare un rimboschimento di pino nero, ha destato impressione. All'ora di cena era quasi domato ma il forte vento ha fatto riprendere vigore alle fiamme. Danni importanti, la bonifica è iniziata già stamani. Bruciati oltre 4 ettari, la sorveglianza proseguirà tutta la notte

Sono state necessarie circa otto per spegnere un incendio scoppiato nella zona di  Casaglia, frazione di Marradi, in Mugello, verso le 17 di ieri pomeriggio. Le fiamme hanno interessato un costone in prossimità della frazione e sono state definitivamente spente verso le una di notte.

Un rimboschimento di pino nero degli anni 60 ha subito danni importanti con fuoco di chioma e fiamme alte 35 metri che hanno destato impressione. Il fuoco poi ha rallentato la sua corsa grazie all'intervento dei Vigili del fuoco, di due elicotteri regionali, un direttore operazioni con squadra operai della Unione montana dei Comuni del Mugello e più di 20 squadre del CVT, il Coordinamento Volontariato Toscano di cui fa parte La Racchetta.

Intorno all'ora di cena il fronte di fiamma era sotto controllo ma purtroppo a causa del vento, una consistente ripresa con un fronte di 150 metri ha nuovamente interessato il sottobosco.

Le squadre data la zona impervia, hanno operato con attrezzi manuali creando una staccata libera di vegetazione di 300 metri dove il fuoco si è arrestato, appunto, intorno alle 01.00. Duro lavoro ma grande soddisfazione per i volontari intervenuti. 

I danni purtroppo sono importanti e occorrerà un buon lavoro di bonifica, peraltro iniziato già oggi dalle prime luci dell'alba. Le operazioni sono proseguite per tutta la giornata.

Sono stati individuati e spenti ulteriori focolai riattivato dal vento lungo il perimetro e sono state realizzate staccate (con motoseghe e attrezzi manuali) prive di vegetazione per evitare ripartenze incendio. Anche oggi intervenute numerose squadre del CVT Coordinamento Toscano Volontariato e in particolare delle associazioni Racchetta, Anpas e Vab. La sorveglianza proseguirà per tutta la notte e probabilmente per tutto domani. Il bilancio finale parla di più di 4 ettari, in gran parte pineta, bruciati. Con l'aumento delle temperature previsto, si raccomanda a tutti la massima attenzione.


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it