Indietro

In cucina — rubrica a cura di Nicola Novelli

Ciccia a volontà nell'estate toscana

Apericiccia: l’appuntamento con la grigliata illimitata a Chiusi della Verna. Domani a Santa Caterina (Gr) al via la "Sagra della SalCiccia 3.0"

Arrivata al settimo anno, 'L'Apericiccia’, versione 7.0, torna puntuale il 9 agosto e si fa più bella che mai per il venerdì. Dopo il successo dello scorso anno (oltre 2.000 presenze), è tutto pronto per la festa più coinvolgente del Casentino. La formula inventata dai ragazzi della squadra di calcio Chiusi della Verna 2005, il paese più verde della provincia di Arezzo, resta invariata: carne di maiale alla brace illimitata, fagioli per contorno e una bevuta. Tutto a 12 euro. E dopo 'la ciccia' inizia la festa: dalle 22, in un palco che svetta su un parco meraviglioso, dj Jamis (from Tomorrowland) and Friends daranno ritmo alla notte. Con loro, il team del bar più pazzo dell'estate, gonfiabili per i più piccini, giochi a premi e la sfida con il toro meccanico. "La festa è partita sette anni fa, per scherzo, ed è diventata un appuntamento di riferimento dell'estate casentinese. Ma soprattutto è un evento che lega generazioni ed esperienze diverse, che si riconoscono nell’amicizia che anima il Chiusi Verna 2005. Vi aspettiamo", dice Andrea Pettinari, neo presidente della società calcistica.

Si aprirà giovedì 8 agosto a Santa Caterina, paese del comune di Roccalbegna situato sull'Amiata, in provincia di Grosseto, la “Sagra della SalCiccia”, che accompagna ormai da tre anni la tradizionale festa dedicata alla patrona del paese. Fino all’11 agosto presso gli stand gastronomici della sagra si potranno provare molte specialità della zona, regina indiscussa: la salsiccia. Oltre al mangiar bene la festa si arricchisce di concerti, dj set, e la domenica raduno in Vespa. Da quella aromatizzata al morellino, passando a quella di manzo, a quella di cinghiale e con le patate, fino alla “ammazza fegato”, e ancora, pasta e tortelli con sugo di salsiccia e addirittura in versione dolce, di cioccolato: agli stand sarà possibile gustare interi menu di antipasti, primi, secondi e dolci che avranno per protagonista il celebre insaccato di carne. La Sagra della "SalCiccia" 3.0, organizzata dalla Pro Loco di Santa Caterina in collaborazione con i volontari della piccola località toscana, può essere considerata la prosecuzione della tradizionale festa d'agosto che in passato si teneva a Santa Caterina. Il programma della manifestazione prevede l'apertura degli stand gastronomici, con la sagra vera e propria, a partire da venerdì 9 agosto. Santa Caterina è il paese noto per la "Focarazza", uno dei più antichi riti del fuoco che ha luogo il 24 novembre di ogni anno. 

Fotogallery


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it