Indietro

Spettacolo — rubrica a cura di Andrea Cardelli

Circo Parade: giocolieri e clown in sella a una moto per i bambini autistici

Dopo la Babbonatalata i biker di ​Classic Special Firenze daranno vita a un Circo che domenica 20 settembre sfilerà per le vie di Firenze. Festa grande poi alle Cascine

FIRENZE — l motociclisti di Classic Special Firenze che a dicembre si trasformano in tanti Babbo Natale rombanti per distribuire doni ai più piccoli e genere alimentari ai più bisognosi adesso hanno deciso di vestire per un giorno i panni di saltimbanchi, giocolieri, clown, mangiafuochi e ballerine ma anche di qualche scimpanzè o elefante e in sella alle loro due ruote andranno a sfilare per le più belle strade e piazze della città allo scopo di divertirsi e far divertire ma anche di sensibilizzare le persone alla tutela del mondo dell'infanzia. L'evento si chiama Circo Parade e si terrà domenica 20 settembre 2020 al Parco delle Cascine dalle 15 del pomeriggio in poi. In sella 

Per questa prima edizione l’obiettivo scelto è la sensibilizzazione alla conoscenza e al trattamento dell’autismo infantile, una sindrome comportamentale causata da un disturbo dello sviluppo biologicamente determinato, con esordio nei primi tre anni di vita.

Come nasce l'idea di Circo Parade ce lo racconta direttamente Manfredi Merciai presidente di Classic Special Firenze:  "L’idea della Circo Parade nasce una sera d’estate, seduti in una piazza della città con una birra ghiacciata in mano, guardando un gruppo di bambini rapiti ad ammirare uno spettacolo di artisti di strada intenti a esibirsi di fronte alle nostre moto parcheggiate… Le moto, i bambini, gli artisti di strada. Il Circo! E' così quella sera ci è venuta l'idea di organizzare un evento, totalmente gratuito per tutti al solo scopo di veicolare un messaggio aggregante e di felicità visto anche il particolare periodo storico che stiamo vivendo. L'attenzione al sociale è lo scopo ultimo di tutti i nostri eventi."

Classic Special Firenze nasce dall'idea di un gruppo ristretto di persone e che negli anni ha attratto sempre più appassionati, accomunati dalla passione per le motociclette, la buona compagnia e la voglia di stare insieme. "Dal momento che divertirsi e fare del bene sono due cose che vanno bene a braccetto, quasi sempre negli eventi che organizziamo cerchiamo di essere utili anche a chi e meno fortunato - ci dice ancora Manfredi Merciai che alla domanda Come mai avete deciso di organizzare questo evento proprio in questo periodo così difficile? risponde così: "Ci sono due modi di pensare un evento; lasciare che tecnicismi, gli ostacoli e i cavilli tessano la tela della storia o cercare di concretizzare l’idea, ordinando le aspettative, incanalando le emozioni e far sì che gli obiettivi diventino realtà. Abbiamo scelto di percorrere quest’ultima strada immaginando decine di persone, ognuno con il proprio bagaglio culturale, in sella alle proprie motociclette (qualsiasi esse siano, perché la moto deve sempre unire e mai dividere!) che per un po’ incarnino lo spirito più goliardico del circo classico e degli spettacoli viaggianti di inizio secolo. In questo 2020, che certamente passerà alla storia, invitiamo sollevatori di pesi, giocolieri e saltimbanchi, trapezisti, donne barbute e lanciatori di coltelli ad inforcare la propria moto ed attraversare le strade cittadine in quella carovana che tanto ricorderà un serraglio itinerante del vecchio millennio. Un trionfo di allegria, colori e giochi che sfili nella giungla urbana, per le piazze più belle d’Italia per sensibilizzare le persone alla tutela del bene più prezioso che abbiamo, i nostri bambini.

La partecipazione alla manifestazione è gratuita, ma bisogna registrarsi sul sito web www.circoparade.com. Nel rispetto delle normative vigenti, il numero massimo consentito, di partecipanti alla parata, è di 200 persone. Il raduno dei partecipante è alle 15, alle 16 invece partirà la sfilate delle moto per le strade della città che verranno inondate di colori e giochi. Alle 18 poi tutti di nuovo alle Cascine per proseguire la festa che è aperta a tutti.  

Durante la serata l'associazione "La valigia delle idee" metterà a disposizione un medico per parlare dell'autismo infantile e di come si affronta. 

Fotogallery


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it