Indietro

Danni del maltempo: ad agosto Fidi Toscana apre ad Arezzo sportello straordinario

Fratoni e Ceccarelli domani presenti all'apertura. I due parlamentari PD Cantini e Parrini presentano un’interrogazione a sostegno della Regione che ha chiesto stato di emergenza e calamità. UniCredit sostegno a privati e imprese danneggiati

FIRENZE– In seguito al maltempo che ha colpito nei giorni scorsi una vasta area della Toscana, provocando ingenti danni ai cittadini e alle imprese del territorio, Fidi Toscana apre uno sportello straordinario per fornire informazioni ed assistenza sugli interventi della Regione in favore delle imprese danneggiate dall'ondata di maltempo che si è abbattuta a fine luglio in Toscana, ed in particolare nella provincia di Arezzo e la Val di Chiana. Pochi giorni fa il presidente Enrico Rossi ha inviato a Roma richiesta per la dichiarazione di stato di emergenza nazionale. L'ufficio, che si trova presso il Genio Civile, in via Testa 2 ad Arezzo, sarà aperto nei giorni 6-8-22-29 agosto con orario 10-13 e 14-16. L'ufficio di Empoli anche ad agosto rimarrà aperto come di consueto il giovedì dalle 9 alle 13.

Inaugurazione ad Arezzo, domani, martedì 6 agosto, alla presenza degli assessori regionali Federica Fratoni e Vincenzo Ceccarelli, che svolgeranno anche un sopralluogo sui luoghi maggiormente colpiti dal maltempo.

L’onorevole Laura Cantini e il senatore Dario Parrini hanno presentato un’interrogazione scritta per sostenere la richiesta di stato di emergenza e stato di calamità, presentata dalla Regione Toscana al Governo per i danni causati dal maltempo sabato 27 luglio, che hanno pesantemente colpito la Valdelsa.

“Dopo la dichiarazione di stato di emergenza regionale- spiegano i parlamentari- è importante che il Consiglio dei Ministri accolga la richiesta di stato di emergenza nazionale e che il Ministero dell’agricoltura faccia altrettanto per lo stato di calamità naturale. Questo è un primo importante passo e con la nostra interrogazione vogliamo velocizzare questo passaggio, in modo da poter far ottenere gli indennizzi previsti nel più breve tempo possibile, poiché sappiamo che non saranno disponibili da subito. Chiediamo quindi a tutti i parlamentari toscani di sottoscrivere questo atto e lavorare congiuntamente per ottenere questo riconoscimento.” “La cosa che più ci preme è che le famiglie e le imprese colpite dal maltempo abbiano risposte in tempi brevi. La Regione Toscana ha agito tempestivamente stanziando, con una variazione di bilancio, le spese di somme urgenza per i danni causati dall’ondata di maltempo. Non possiamo che solidarizzare con chi ha subito danni, il nostro compito principale adesso è quello di trovare le soluzioni, per questo solleciteremo per quanto in nostro potere gli organi competenti”.

Anche UniCredit ha varato diversi interventi di sostegno a favore della comunità colpite nell’area di Arezzo (specie San Zeno, Rigutino, Cesa e Montagnano, Monte San Savino, Civitella in Val di Chiana, Castiglion Fiorentino, Manciano, Foiano e Castel Focognano);Siena, con particolare riferimento al Comune di Abbadia San Salvatore; e Castelfiorentino (Firenze).


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it