Indietro

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Disastro viola a Marassi

Un centrocampo inesistente vanifica la spinta offensiva e mette in difficoltà la difesa. Sportiello il migliore dei Viola. Male Babacar e Simeone. In ombra Chiesa.

S'interrompe a Genova la serie positiva della Fiorentina. Arriva una sconfitta, brutta per il risultato ma ancora più brutta per quanto visto in campo . L'assenza di Thereau induce Pioli a schierare Simeone e Babacar. Una scelta che non darà buoni frutti. L'indolenza di Babacar e l’imprecisione di ambedue faranno dell'attacco viola una “pallottola spuntata”, mentre la concretezza dei doriani avrà il giusto successo. Non comincia male la Fiorentina. Al dodicesimo Simeone non sfrutta di testa una buona occasione in area. Quattro minuti dopo sono i doriani a sfiorare il goal quando Kownacki tira a colpo sicuro, ma Sportiello respinge con un grande intervento. La partita è abbastanza equilibrata. Al ventesimo Babacar in area sbaglia clamorosamente, su assist di Badelj, un goal facile. La Fiorentina evidenzia ancora difficoltà realizzative, mentre la Sampdoria, più concreta e più squadra, passa in vantaggio intorno alla mezzora grazie a Quagliarella che batte un incolpevole Sportiello. Al trentunesimo ci sarebbe l'occasione di pareggiare per i Viola ma Babacar, su passaggio di Biraghi, sbaglia ancora e tira fuori.
Il tempo finisce col meritato vantaggio dei liguri che non hanno fatto molto di più dei Viola, ma sono stati più concreti e precisi. La ripresa non vede una grande reazione viola. La Fiorentina non appare molto lucida e subisce altri due goal di Quagliarella al tredicesimo e al ventiduesimo. La partita è in sostanza finita. Al trentacinquesimo arriva il goal viola del subentrato Sanchez, che forse Pioli avrebbe dovuto inserire fin dall'ìnizio per dare consistenza a un centrocampo mai così evanescente. Una sconfitta umiliante che dovrebbe far riflettere sulla consistenza di una squadra che quando è priva di tre titolari quali Veretout, Thereau e Astori, mostra tutti i suoi limiti.

Queste le dichiarazioni di Stefano Pioli in conferenza stampa: “Non mi sento tradito da alcuni giocatori, mi sento però deluso perché potevamo fare di più. Abbiamo commesso troppi errori, ho scelto una squadra offensiva perché le condizioni di Babacar ed Eysseric mi parevano ottime, dal punto di vista fisico e mentale. Volevamo attaccare la Sampdoria in certe dinamiche, non siamo riusciti a sbloccare la partita nelle occasioni avute, e abbiamo concesso qualcosa in più rispetto al solito. Ramirez? È un giocatore di qualità, andava in fascia o dentro. Abbiamo poi lasciato troppa libertà a chi finalizzava. Siamo rimasti in partita fino al 2-0, poi abbiamo perso le distanze. Fatica senza Astori, Veretout e Thereau? Sono giocatori importanti, non è facile per nessuno sopperire a mancanze così. Ma Eysseric, Babacar e Hugo sono ottimi giocatori. La prestazione di oggi non è stata da Fiorentina, e abbiamo pagato. Non abbiamo vinto, dobbiamo ripartire, imparare dagli errori.

Atteggiamento e mancata reazione? Nel primo tempo abbiamo reagito, abbiamo avuto occasioni. Dopo il 2-0 no, e non deve succedere. Babacar-Simeone? Dovevamo muoverci diversamente in alcune situazioni, c’erano spazi per far male ma non sempre il movimento è stato quello giusto. E non sempre il servizio per loro è stato giusto. Contraccolpo psicologico? Se succedesse, ciò vuol dire che non saremmo dei vincenti, che ci lasciamo andare ai nostri limiti. Invece dobbiamo reagire, andare oltre. Lo abbiamo fatto in passato, non dobbiamo pensare che il campionato è finito. La Samp ora è a +5, la corsa è su noi stessi. Vogliamo fare un girone di ritorno migliore, anche se sarà difficile perché tutte le squadre avranno degli obiettivi. Ma anche noi l’abbiamo, vogliamo fare più punti possibili. Dobbiamo ripartire imparando anche da questa partita”.

Sampdoria-Fiorentina 3-1

Sampdoria (4-3-1-2-) Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic; Linetty, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella (27' st Caprari), Kownacki (12' st Zapata). Allenatore Giampaolo

Fiorentina (3-4-1-2): Sportiello; Laurini, Pezzella, Vitor Hugo; Chiesa, Badelj, Benassi (20' st Saponara), Biraghi; Eysseric (25' st Sanchez); Simeone, Babacar (20' st Gil Dias) . Allenatore: Pioli

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Reti: 29' pt Quagliarella; 13' st Quagliarella; 22' st Quagliarella; 35' st Sanchez

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it