Indietro

Elba al buio, Ospedale di Portoferraio non risente l'improvviso black out elettrico

L'autonomia fornita dai generatori dell'ospedale è di 3 giorni

L'improvviso black out elettrico che si è verificato stamani all'Elba lasciando al buio tutta l'isola per oltre un'ora, non ha influito sui servizi sanitari erogati dall'Ospedale di Portoferraio.

A sottolinearlo è il presidente della Regione che ha evidenziato come anche le attrezzature tecniche più sofisticate della struttura abbiano continuato a funzionare regolarmente, senza alcun problema, grazie all'autonomia fornita dai generatori che, ha spiegato, è di ben 3 giorni. Un atto dovuto, ha ricordato il presidente, e una conferma della serietà dell'organizzazione dei servizi sanitari regionali.

 Con riferimento al disservizio verificatosi questa mattina all'Isola d'Elba, causato dal fuori servizio, tuttora in corso (anche se i clienti sono tutti rialimentati, ndr), di una linea in alta tensione gestita da un altro operatore, E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione, informa che i propri tecnici sono prontamente intervenuti per contro-alimentare la rete, in via provvisoria, con le proprie linee in media tensione di riserva e ridurre al minimo i disagi per i clienti.
 Tutti i clienti sono stati rialimentati. E-Distribuzione informa che, per poter contro-alimentare le utenze, si è reso necessario un intervento manuale da parte dei propri tecnici in quanto, contemporaneamente al guasto sul cavo di alta tensione di Terna, sono andate fuori servizio anche le linee dati, impedendo l'intervento immediato, da remoto, tramite telecomando.


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it