Indietro

Fiorentina: Keep calm and go fast

Foto di Alessandro Zani
Foto di Alessandro Zani

Questa mattina il ds della Fiorentina Daniele Pradè ha parlato del “programma” voluto dalla nuova dirigenza viola

Calma con cui creare basi solide e velocità per rendere nuovamente vivace la piazza di Firenze. Queste sembrano essere le ceneri dalle quali la Fiorentina targata Commisso vuole rinascere.

Sarà seguita una linea dritta e levigate le incongruenze. Verrà utilizzato un linguaggio diretto, senza illazioni. Trasparenza e lealtà diverranno gli unici marchi di fabbrica.

Avverrà un grosso taglio col passato. Infatti 60 dei 75 giocatori disponibili saranno resi cedibili. Pradè non avrà alcun obbligo di plusvalenze e il mercato in uscita sarà più fluido.

Resta, d’altronde, che nel ds fiorentino un moto d’orgoglio esista. Dunque non assisteremo ad un “fuori tutto”, perché la Fiorentina non chiude bottega ma sta soltanto ristrutturando. Perciò, tra i vecchi oggetti, quelli meno validi dovranno trovare sistemazione altrove.

Inoltre, Joe Barone ha sottolineato la volontà di centralizzare in un unico polo tutto l’organigramma ACF. Troppo sparso per la città. Così applicherebbe un miglior controllo sull’interno e un miglior impatto sull’esterno.

Se ogni pezzo funziona, la macchina gira bene. Ecco la motivazione per cui il braccio destro di Rocco Commisso vuole attuare una manovra del genere.

Comunque, come tiene a precisare la società, ci vorrà tempo. Il “fast, fast” di Commisso mostra la grande dedizione al lavoro che il magnate italo-americano ha sempre avuto. Far girare le idee, pensare e agire. Innovare, plasmare e ambire. Qualcosa che porta a pensare positivo, ma anche a capire che i grandi traguardi comportano grandi sforzi.

Quindi, abnegazione e senso del dovere. Cose che avrebbero fatto bene all’ultima Fiorentina.

La prossima stagione sembra essere un vero e proprio balzo nel buoi. Balzo che scoprirà poco per volta le carte della nuova squadra viola.

Manuel Cordero
© Riproduzione riservata

Fotogallery


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it