Indietro

Olimpiadi Firenze-Bologna 2032: in Emilia c'è già uno spot (con le città in ordine alfabetico)

foto Agenzia Dire

Il presidente Bonaccini crede tantissimo nell'idea lanciata da Nardella: "Questo asse è centrale nei collegamenti nazionali e abbiamo le infrastrutture logistiche, quelle ricettive, la montagna e la costa. Ancora di più insieme alla Toscana. Facciamo in modo che il mondo possa venire qui"

(DIRE) Bologna, 10 set. - Stefano Bonaccini ci crede: "Sono convinto che per l'Emilia-Romagna nessun traguardo sia impossibile. Compreso quello di provare ad avere a Bologna e Firenze le Olimpiadi 2032". Il presidente dell'Emilia-Romagna torna sull'ipotesi di una candidatura delle due città ad ospitare i giochi del 2032, lanciata ieri dal primo cittadino di Firenze Dario Nardella. Sognare insomma si può, "lavorando a un progetto condiviso con i cittadini e le comunità locali, i nostri giovani e le nostre università, il nostro sistema Dell'accoglienza, della cultura e il nostro sistema economico e produttivo. E con il grande mondo dello sport: società, atleti, associazioni, volontari".

L'asse Bologna-Firenze, ricorda Bonaccini sui social, "è centrale nei collegamenti nazionali. L'alta velocità rispetto a Roma, Venezia, Milano. Abbiamo le infrastrutture logistiche, quelle ricettive, la montagna e la costa. Ancor di più insieme alla Toscana. E abbiamo investito tantissimo nello sport, dall'impiantistica ai grandi eventi, che soprattutto quest'anno hanno aperto una finestra internazionale sui nostri territori.
Lavoriamo dunque per approfondire un progetto che merita l'impegno di tutto noi. Ogni giorno portiamo le nostre eccellenze nel mondo, adesso facciamo in modo che il mondo possa venire qui".


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it