Indietro

Pugilato — rubrica a cura di Antonio Patruno

Firenze, nuova palestra di boxe in via Rocca Tedalda

Investimento di 900mila euro. Struttura moderna e funzionale che facilita i giovani interessati ad avvicinarsi a questo sport. Pubblico fino a 200 spettatori

Presentata la nuova palestra di boxe di via Rocca Tedalda nel Quartiere 2. La struttura è stata realizzata nei pressi del parco di Villa Favard a Rovezzano, con un investimento di 900mila euro finanziato dal Fondo Sport e periferie della Presidenza del Consiglio del precedente governo. Alla preview erano presenti, tra gli altri, il sindaco Dario Nardella, l’assessore allo Sport Andrea Vannucci e il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi.

Secondo l’assessore allo Sport si tratta di un intervento molto importante e atteso dai cittadini della zona che conferma l’attenzione dell’Amministrazione per l’impiantistica sportiva di tutte le discipline. Nel Quartiere 2 trova casa una nuova palestra di boxe dall’enorme valenza sociale, al servizio delle ragazze e dei ragazzi che vorranno avvicinarsi a questo sport. Una struttura moderna e funzionale realizzata secondo i principi della massima efficienza energetica.

L’intervento ha previsto la costruzione di un nuovo edificio per il pugilato e la ginnastica preparatoria, con spogliatoi, servizi, infermeria, zona ristoro e locali tecnici. La progettazione ha seguito i principi della bioarchitettura con l’utilizzo di materiali ecocompatibili e il design dell’edificio in base alla natura del parco circostante.

Tutti gli impianti sono improntati al massimo contenimento dei consumi energetici. La nuova palestra di boxe si propone come centro di eccellenza per la preparazione agonistica degli atleti e può ospitare manifestazioni a livello locale con presenza di pubblico fino a 200 spettatori.

La struttura della palestra è costituita da travi in legno lamellare che si innalzano seguendo un andamento curvilineo sullo spazio di attività sportiva contenente il ring e la palestra per l’attività preparatoria. È caratterizzata da vetrate su entrambi i lati per tutta la sua lunghezza. La parte finale dell’edificio contiene la zona dedicata agli atleti, con tre spogliatoi e servizi igienici e un salto di altezza con copertura piana. 


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it