Indietro

Jamali fa poker alla Mezza Maratona di Scandicci

La 17^ edizione, disputata oggi, vede vincitore Jilali Jamali e secondo arrivato Filippo Bianchi. I volontari di AISLA Firenze in piazza per solidarietà

Firenze 16 febbraio 2020 – Jilali Jamali è il re di Scandicci. Grazie alla vittoria ottenuta alla 17^ edizione della Mezza Maratona è diventato il primatista in fatto di successi: quello ottenuto è il quarto, dopo le vittorie già acquisite nel 2014, 2016 e 2017. La maratonina toscana è stata un autentico spettacolo, incerta sino alla fine con il marocchino che ben presto ha ingaggiato una dura battaglia con il portacolori della società organizzatrice Il Ponte Scandicci, Filippo Bianchi che aspirava a dare una grande soddisfazione a tutti i suoi supporter sulle strade di casa. La sfida si è risolta solamente nel finale con il corridore maghrebino del GS Parco Alpi Apuane che ha allungato per andare a vincere in 1h10’33”, il suo tempo migliore sulle strade di Scandicci, con soli 3” su Bianchi, che puntava a cogliere la sua quinta vittoria stagionale. Terza posizione per Samuele Oskar Cassi (Atl.Calenzano) in 1h12’22”.

Un nome nuovo nell’albo d’oro femminile, quello di Ilaria Lasi (Atl.Vinci), risultata alla fine netta vincitrice in 1h23’44”, con 1’24” su Michela Menegon (Pol.Volte Basse) e 3’07” su Maria Rosa Costa (Gs Gabbi). La Mezza Maratona di Scandicci prevedeva anche una prova a staffetta per due atleti, chiamati a darsi il cambio al giro di boa sotto il traguardo (il tracciato era composto da due giri nel cuore della città): prima posizione per la coppia del Gs Maiano composta da Moamed Benboussa e Daniele Matteini in 1h12’48” davanti a Alessio Ottanelli e Alberto Tacconi del Luivan Settignano (1h19’08”) e a Gianni Gambetta Vianna e Valerio Corsinovi (Le Torri Podismo, 1h22’51”). Quarta la prima coppia mista, con Patrizio Brogioni e Caterina Deiana, compagni di colori dei vincitori, in 1h25’41”, mentre la prima coppia interamente femminile è stata quella composta da Katia Ruggeri e Simona Conti (La Fontanina) in 1h40’23”.

La 17^ edizione della corsa ha fatto registrare un clamoroso record di partecipazione e di arrivati, ben 975 nella prova individuale oltre a 42 coppie al traguardo. Un risultato andato anche oltre le aspettative degli organizzatori, baciati anche da un clima ideale per la gara, leggermente nuvolo al primo mattino per poi offrire un cielo sereno già dai primi arrivi. Oltre 200 i volontari dispiegati lungo il percorso completamente chiuso al traffico: la gara è filata via senza intoppi, grazie anche al puntuale lavoro delle associazioni di volontariato come Humanitas Scandicci, Misericordiae e Comitato di Firenze della Croce Rossa Italiana, senza dimenticare il contributo del Comune di Scandicci, che ha messo a disposizione la piazza principale e un’intera scuola per garantire spogliatoi e docce separate, e dei principali sponsor della manifestazione. L’appuntamento è già per il febbraio 2021, per “l’edizione della maggiore età” da festeggiare magari abbattendo il muro dei 1.000 arrivati.

Una festa per lo sport arricchita dai valori dell’associazionismo, della legalità, della partecipazione, della solidarietà. C'era anche AISLA Firenze a Scandicci in piazza della Resistenza. Durante la Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie” e la Passeggiata della Legalità, i volontari di AISLA Firenze hanno allestito un banchino per informare sulle attività della sezione fiorentina di AISLA Onlus a supporto delle persone con SLA.

Per Barbara Gonella, presidente di AISLA Firenze, si tratta di un’occasione preziosa per far conoscere le attività e il lavoro dei volontari oltre alle prossime iniziative. “Ringraziamo sentitamente il Comune di Scandicci – dice Gonellaper averci dato uno spazio durante un appuntamento tanto partecipato dagli appassionati di podismo come la Mezza Maratona. “Le Istituzioni, e l’invito da parte del Comune di Scandicci ne è una nuova testimonianza, stanno dimostrando grande attenzione alla SLA – aggiunge – a come migliorare i percorsi di cura e di assistenza, alla corretta informazione sulla malattia e a chi come noi ogni giorno opera con i malati e con le famiglie”.

Anche Sandro Fallani, sindaco di Scandicci, è passato stamani al banchino dei volontari di AISLA Firenze, che coniuga spesso sport e solidarietà nelle sue iniziative. Due mondi diversi ma che condividono valori centrali quali la partecipazione, il rispetto e l’inclusività. Per citarne alcune la partita di beneficenza “Un calcio alla SLA” e la maratona di 24 ore di nuoto “Una vasca per AISLA Firenze” in programma il prossimo 28 marzo a Firenze, Borgo San Lorenzo, Reggello e San Casciano.

Fotogallery


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it