Indietro

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

La Fiorentina è fermata dalla Spal

Buona gara dei Viola che hanno molte occasioni, ma non concretizzano. Chiesa strepitoso, Simeone in ombra, Saponara in crescita. Il sogno europeo non tramonta. Mercoledì arriva la Lazio

La Fiorentina interrompe la striscia di vittorie consecutive ed è costretta al pareggio da una Spal attenta e fortunata. Questa mancata vittoria non deve indurre cambi di umore in una tifoseria che non può non apprezzare una squadra compatta e unita come la Fiorentina che anche oggi si è impegnata sino all'ultimo minuto.

La Fiorentina parte forte e ha un Chiesa che, incontenibile sulla destra, mette in difficoltà la squadra di Leonardo Semplici. Al decimo minuto Felipe è atterrato in area di rigore. L'arbitro Orsato sembra propenso a concedere un rigore agli emiliani. La curva Fiesole, con chiaro riferimento allo sfogo di Buffon in Real-Juventus, canta con ironia “insensibile”. L'arbitro consulta il Var e rileva che il rigore non c'è, la Fiesole allora canta “sensibile” e la gara riprende. Dopo un minuto c'è una grande occasione per i Viola, con Chiesa che dalla destra serve Simeone che, davanti alla porta, manca l'aggancio. Gli emiliani si difendono con ordine e provano qualche veloce ripartenza. La Fiorentina fa la partita e si affida soprattutto a Chiesa per scardinare l'attenta difesa spallina. Al 37' il talento viola si accentra e serve Biraghi che tira, ma Meret para. Ed è ancora l'ottimo estremo difensore emiliano a neutralizzare al 41' un gran tiro di Chiesa. Dopo un minuto è ancora Chiesa a dare un gran pallone a Simeone, ma il “Cholito” arriva ancora in ritardo.

Nella ripresa, Semplici schiera Paloschi al posto di Floccari. Al dodicesimo una buona azione della Spal: Antenucci dalla destra mette al centro un buon pallone ma non arriva nessun compagno per un tocco vincente.

Pioli toglie Saponara, che dopo un buon primo tempo è in calo fisico, e schiera Eysseric. Toglie anche un deludente Simeone per inserire Falcinelli. Al 23' Eysseric dopo una bella azione personale tira a lato. I Viola creano ma sprecano troppo. Dopo la mezzora Falcinelli difende palla e serve Biraghi che da ottima posizione tira alto. La Fiorentina cala, la Spal si fa più intraprendente.

Sportiello respinge una punizione di Viviani e sulla ripartenza Gil Dias spreca e si fa deviare il tiro da Meret. A due minuti dalla fine ennesima occasione viola con Pezzella che dal limite tira alto.

La partita finisce a reti inviolate. Una partita dominata dai Viola che, pur avendo tirato venti volte in porta, non sono riusciti a concretizzare. Imprecisione ma anche un pizzico di sfortuna per una squadra che lotta e che merita gli applausi del popolo viola.

Queste le parole di Stefano Pioli ai microfoni di Sky Sport: “Ripenserò spesso a questa partita? Sto già pensando alla prossima partita a dir la verità. Abbiamo interpretato bene la partita: oggi la prestazione c’è stata, ed è la cosa più importante. Abbiamo creato tantissimo contro una squadra che ha sicuramente rischiato molto meno contro avversari più forti di noi. Oggi la palla non è voluta entrare, ma dobbiamo continuare, perché abbiamo dimostrato di essere una squadra in forma, capace di fare un buon calcio”.

“Tatuaggio di Astori? Mi dispiace che la cosa sia uscita, è una cosa personale e nostra. E’ chiaro che quello che è successo ci rimarrà dentro per sempre, quindi l’ho fatto perché mi sentivo di farlo. Interrotta la striscia di vittorie? Il campionato è ancora lungo. Se qualche mese fa ci avessero detto che saremmo stati in questa posizione, giocando un buon calcio e giocandosi tutte le partita, saremmo stati molto felici. Dobbiamo cercare di finire bene il campionato: la squadra, per quel che ha vissuto, per come ha lavorato e per le qualità che possiede, merita di finirlo bene. Stiamo lì con la testa e vediamo che succede”.

Fiorentina-Spal 0-0

FIORENTINA (4-3-2-1): Sportiello; Milenkovic, Vitor Hugo, Pezzella, Biraghi (34' st Gil Dias); Benassi, Veretout, Dabo; Chiesa, Saponara (20' st Eysseric); Simeone (20' st Falcinelli). Allenatore: Pioli

SPAL (3-5-2): Meret, Cionek, Vicari, Felipe, Lazzari, Everton, Viviani, Vitale, Costa (1' st Mattiello; 25' st Schiavon), Floccari (10' st Paloschi), Antenucci. Allenatore: Semplici

Arbitro: Orsato di Schio

Note: ammoniti Saponara, Everton, Vitale, Vitor Hugo

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it