Indietro

Empoli Calcio — rubrica a cura di Franca Ciari

Lazio vs Empoli 1 - 0. Determinante il rigore realizzato da Caceido

La Lazio vince l'anticipo del giovedì contro l'Empoli e sale momentaneamente al quarto posto in classifica

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Romulo, Milinkovic (58' Cataldi), Leiva, Berisha (77' Badelj), Lulic; Correa, Caicedo (84' Neto). A disp: Proto, Guerrieri, Durmisi, Patric, Kalaj, Zitelli, Luiz Felipe, Jordao, Marusic. All.: Simone Inzaghi

EMPOLI (3-5-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Dell'Orco; Di Lorenzo, Krunic, Bennacer, Traorè (69' Acquah), Pasqual (88' Mchedlidze); Farias (51' Oberlin), Caputo. A disp: Perucchini, Saro, Antonelli, Rasmussen, Diks, Maietta, Nikolaou, Pajac, Brighi, Ucan. All.: Giuseppe Iachini

Arbitro: Daniele Chiffi (Padova)

Marcatori: 42' rig. Caicedo (L)

Ammonito: Acquah (E)

 1-0 il risultato finale sul campo dell'Olimpico grazie alla rete di Felipe Caicedo allo scadere del primo tempo su calcio di rigore.

Lazio ed Empoli si affrontano con i moduli speculari. La partita inizia senza particolari sussulti. Al 7' si fa vedere Caputo con un bel dribbling su Bastos anche se la conclusione è debole tanto che Strakosha para senza problemi. Sul fronte Lazio da segnalare una bella percussione di Romulo sulla destra che Provedel controlla con qualche difficoltà.

Arrivati alla mezz'ora di gioco la Lazio si rende più intraprendente. Correa si mette in mostra con una bella progressione che salta due uomini ma conclude in modo debole.Al 37' è ancora l'argentino a farsi vedere, imbeccato da Milinkovic, a creare scompiglio davanti alla porta di Provedel, che, nonostante questo, riesce a bloccare. ma di lì a poco arriva la svolta del match, quando al 41' Provedel temporeggia troppo nel far ripartire l'azione con i piedi consentendo a Caceido di fiondarsi sul pallone tanto che Provedel lo blocca con un calcio che l'arbitro sanziona con un sacrosanto calcio di rigore. Se ne incarica lo stesso Caceido, dopo aver discusso con Correa, andando a segno e consentendo alla propria squadra di portarsi in vantaggio a pochi minuti dall'intervallo.

L'Empoli, ad inizio ripresa, si fa vedere più propositivo. I pericoli più grossi arrivano dallo coppia Bennacer - Krunic che provano a cambiare ritmo ed a cambiare ed a creare un gioco diverso rispetto al contropiede tanto che sono più presenti nell'area laziale ma non molto efficienti nell'area di rigore. La Lazio si difende con ordine e prova a fare male con due punizioni. Inzaghi percepita la difficoltà dei suoi, troppo schiacciati nella propria metà campo, fa entrare Cataldi e Badelj per provare a riprendere in mano il gioco tanto che riesce ad alzare il baricentro riuscendo a mantener l'Empoli lontana dall'area di rigore difesa da Strakosha. In questo contesto alla Lazio capita anche l'opportunità di raddoppiare con Correa ottimamente servito da Caceido, ma l'argentino spara altissimo.

Nel finale l'Empoli prova l'assalto finale. Iachini fa subentrare Mchedlidze per Pasqual ma, nonostante la volontà e la voglia di portare a casa un punto dell'Empoli, la Lazio riesce a controllare la gara ed a guadagnarsi i 3 punti, posizionandosi al momentaneo quarto posto della classifica di serie A.


Empoli Calcio — rubrica a cura di Franca Ciari

Franca Ciari

Franca Ciari — Giornalista pubblicista di formazione classica giuridico-economica (commercialista laureata all'Università degli Studi di Siena). Vive a Empoli e si occupa di calcio dal 2008, in particolare della squadra di casa , protagonista da 30 anni della scena italiana del pallone professionistico

E-mail: francaciari@gmail.com


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it