Indietro

Regione: minuto di silenzio per i 9 morti dell'alluvione Livorno 2017

Il 10 settembre di due anni fa l'evento calamitoso. Il presidente del Consiglio regionale Giani: "Spero nella migliore ricostruzione possibile"

Firenze Un minuto di silenzio apre la seduta del Consiglio regionale della Toscana di martedì 10 settembre. A due anni esatti dall’alluvione che ha devastato Livorno e causato nove vittime, il parlamento regionale ricorda la devastazione e la distruzione subite dalla città”. “È opportuno – dichiara il presidente dell’Assemblea Eugenio Giani – stringersi attorno ai familiari delle vittime e a quanti hanno subito danni”. Nonostante la tragedia i livornesi, riconosce Giani, hanno sempre “dimostrato orgoglio e apprezzamento per quanto le istituzioni sono state in grado di fare, dai fondi stanziati alle leggi approvate. Spero che tutti si adopereranno per la migliore ricostruzione possibile”, conclude il presidente.

Il ricordo della tragica notte emerge anche dalle parole di Giacomo Giannarelli (M5s) e di Tommaso Fattori (Sì–Toscana a sinistra). “Ministero, Provincia e Regione hanno fatto molto. Sta a noi scrivere strumenti di pianificazione capaci di dare una svolta epocale a questa regione”, dichiara l’esponente del Movimento 5 stelle. “La tragedia di Livorno ci ricorda quanto sia importante adottare misure di mitigazione degli eventi climatici. Occorre considerare prioritarie le piccole opere di messa in sicurezza idraulica”, afferma il capogruppo Fattori.


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it