Indietro

​Scuole di Firenze, il bilancio: sicurezza, arredi, servizi e liste di attesa 

All'Istituto degli Innocenti la vicesindaca Giachi ha presenta il bilancio di mandato dell'assessorato all'educazione, università e ricerca

 Il bilancio del sistema scolastico fiorentino vedrebbe le scuole del capoluogo più sicure, bonificate dall'amianto, rinnovate negli arredi e nelle strutture, con una larga offerta di servizi formativi e con una riduzione delle liste di attesa degli asilo nido. Il tutto sostenuto da quasi cento milioni di investimenti nell'edilizia scolastica e da altri 77 milioni per le spese correnti. Sono questi i 'numeri' del bilancio di mandato dell'assessorato all'educazione, università e ricerca illustrati, oggi pomeriggio all'Istituto degli Innocenti, dalla vicesindaca Cristina Giachi insieme al sindaco Dario Nardella.

"Il lavoro svolto grazie agli oltre mille dipendenti dell'assessorato all'educazione ci lascia soddisfatti fatto rispetto alle promesse di inizio mandato - ha sottolineato la vicesindaca Giachi - Sappiamo comunque che sono molte le cose ancora da fare".

"Cinque anni di amministrazione - ha aggiunto - hanno inoltre comportato di dovere affrontare anche scenari complessi, difficoltà ed emergenze".

Edilizia scolastica - Con 66milioni e 500mila euro sono stati effettuati 171 interventi straordinari. Tra questi la costruzione della nuova primaria Calvino, la secondaria di primo grado Dino Compagni e il biennio dell'Isis Leonardo Da Vinci (oltre che la realizzazione degli auditorium della) ma anche la bonifica dei vecchi edifici dall'amianto: degli oltre 200mila chili di amianto rimossi dagli edifici comunali il 75% (pari a 125mila chili), è stato eliminato da 45 scuole nel corso di 67 interventi. Nell'elenco anche la riduzione del rumore (più del 50% del cosiddetto 'riverbero sonoro'),e l'abbattimento delle barriere architettoniche. Altri 23milioni di euro sono invece serviti per altri 515 interventi ordinari che riguardano soprattutto la piccola manutenzione come la tinteggiatura delle pareti o la sostituzione degli infissi.

Riduzione liste asili nido e due nuove strutture – Nel 2014 i bambini in lista erano 815, quest'anno sono 310. É prevista l'apertura di due nuovi asili nido realizzati dal Comune all'Arcovata e al Parco delle Cascine. Il primo nascerà nell'area degli ex macelli, avrà una capienza massima di 60 posti e tre sezioni destinate a bambini piccoli (di età inferiore ai 12 mesi), medi (tra i 12 e 24 mesi) e grandi (24 - 36 mesi). L'edificio, caratterizzato da ampi archi avrà anche un giardino interno e un orto, dove saranno svolte attività ludiche ed educative per un contato diretto dei bimbi con la natura. Il nido al Parco delle Cascine sarà realizzato nel piazzale del Re. Il progetto prevede la rifunzionalizzazione degli ambienti interni attraverso un insieme sistematico di opere interne, preservando la configurazione strutturale originaria. Saranno recuperati gli spazi pertinenziali esistenti (garage, cantine, terrazza, locali tecnici e tettoie) da destinare alle esigenze pedagogiche. Per quanto riguarda le sistemazioni esterne, è prevista la realizzazione di uno spazio gioco destinato ai bambini, con alternanza di superfici a verde e pavimentate, opportunamente recintato.

A questi va aggiunto il nuovo nido alla Manifattura Tabacchi che in base agli accordi sarà realizzato dai proprietari.

Introduzione 'bonus nido' - Fino a tre mesi gratis di nido e spazi gioco: per il secondo anno consecutivo arrivano anche a Firenze i fondi del Ministero dell'istruzione del piano infanzia per la fascia 0- 6. Nella nostra città lo stanziamento è di 1milione e 470 mila euro. La maggior parte dei fondi servirà per ridurre le tariffe di nidi e spazi gioco. Con il resto saranno erogati sia un 'bonus nido 0-3 anni', diretto ad agevolare la frequenza ai servizi educativi accreditati che un 'buono scuola 3-6 anni ' per agevolare la frequenza presso le scuole paritarie private per le famiglie a basso reddito (in tutto quasi 143mila euro, le famiglie interessate sono circa 230). A questo si aggiunge la possibilità di iscrizione fin dai tre mesi di età e l'ampliamento delle aperture al mese di luglio, per complessive 42 settimane all'anno.

Servizi online – I servizi on line sono divenuti un canale esclusivo di ricezione delle istanze e di documenti per vari settori dell'amministrazione, aumentando il livello di semplificazione e velocità di erogazione del servizio in particolare per le iscrizioni a nidi e spazi gioco.

Centro educativo integrato 0-6 – Il centro educativo integrato 'Zerosei il Trifoglio' accoglie complessivamente 95 bambini e bambine, di cui 45 dai 3 ai 36 mesi di età in tre sezioni, mentre i bambini e le bambine più grandi, 50 in tutto, sono in due sezioni eterogenee per età. Il progetto prevede l’integrazione delle attività rivolte alle diverse fasce di età accolte, attraverso adeguate modalità di organizzazione degli spazi, dei gruppi di bambini e bambine e dei turni del personale. Un’opportunità per bambine e bambini di sperimentare un percorso unitario e coerente di crescita da 0 a sei anni, ma anche un'occasione di crescita professionale e scambio di esperienze tra educatori, educatrici e insegnanti.

I progetti educativi de “Le Chiavi della Città” - Dall’università all’Istituto Geografico Militare, dalla procura al Maggio Musicale. Le istituzioni cittadine continuano ad essere sempre più protagoniste de “Le Chiavi della Città”, il pacchetto di iniziative e progetti formativi che l’assessorato all’educazione offre ai ragazzi delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo e secondo grado, in collaborazione con Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Portale Ragazzi.it). Per quest'anno scolastico la proposta che il Comune ha fatto ad insegnanti, famiglie e studenti, si è articolata su 545 progetti tra attività laboratoriali, visite, spettacoli ed interventi formativi.

Grandi eventi – Due eventi sono diventati un appuntamento fisso della città: il 'Festival Firenze' dei Bambini e 'Fiera Didacta'. Nato nel 2014 il 'Festival dei Bambini’, poi 'Firenze dei Bambini', ha assunto cadenza annuale in considerazione del successo riscontrato: nel 2014 le presenze furono 16mila presenze, nel 2018 sono arrivate a 38mila. Grazie a 'Fiera Didacta', infine, dal 2017 Firenze ospita il più importante evento internazionale sull’istruzione.

loading...


© 1997-2018 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it