Indietro

Videogiochi online e match virtuali in crescita: le regole del gioco sicuro

I pericoli del game online e le regole per tutelarsi: nel mirino i minori e gli over 65

Il World Wide Web o se preferite più semplicemente Internet, è stata una delle scoperte più importanti e rivoluzionarie nella storia recente dell'umanità. I più giovani, o se preferite potete anche chiamarli millennials, neppure riescono a concepire un passato recente dove miliardi di informazioni non erano disponibili digitando qualche carattere su un touch screen o tramite un comando vocale.

Ovviamente qualsiasi innovazione porta con sé aspetti positivi ma anche negativi. Anche la rete virtuale ad esempio può dare dipendenza e trasformarsi in una vera e propria ossessione e può succedere davvero a qualsiasi età. I minori devono poi essere maggiormente tutelati visto che si parla con sempre maggiore insistenza dei problemi di cyberbullismo e di adescamenti vari da parte, purtroppo, di tanti malintenzionati con cattive intenzioni.

La rete ha pure permesso di sviluppare tanti nuovi modi di intrattenimento inimmaginabili fino a qualche tempo fa. Pensiamo ai videogiochi ed al fenomeno dei battle royale dove all'incirca 100 giocatori online si sfidano contemporaneamente per cercare di uscire vincitori da incredibili battaglie virtuali. E pensiamo anche al mondo del gambling. Una volta per una partita di roulette o di black jack bisognava recarsi in casinò che potevano anche essere anche distanti centinaia di chilometri. Oggi invece anche questo è possibile farlo tramite un PC, una Web TV o anche più semplicemente con il nostro smartphone.

Anche in questo caso però è opportuno prendere alcune semplici avvertenze e poter dunque giocare sicuri e tranquilli. In primis è sempre opportuno controllare che il sito dove volete giocare abbia ben esposto il logo AAMS ovvero dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato , organo del Ministero dell'Economia e delle Finanze italiano incaricato appositamente della gestione del gioco pubblico. Solo la presenza di questo logo vi assicura che non ci siano pericoli di truffe, furto di dati personali e quant'altro.

Poi per cominciare invece di aprire subito un conto c'è la possibilità di provare tantissimi casino senza deposito. Avete capito bene: potrete giocare, ed in molti casi fare anche delle vincite di soldi "veri" senza bisogno di dover aprire un conto e depositarci neppure uno dei vostri euro. E come dicevano i maghi di una volta, non c'è trucco e non c'è inganno!

Ovviamente si tratta di una eccellente forma di promozione di questi siti per farsi conoscere da nuovi potenziali giocatori che, richiamati dalla possibilità di giocare gratuitamente, potranno scoprire le caratteristiche di questi portali e poi, una volta concluso il periodo di prova, potranno comunque continuare comunque a giocare grazie anche alle varie promozioni bonus sul primo vero e proprio deposito effettuato.

Si tratta anche in qualche modo di una vera e propria operazione trasparenza di quelli che sono senza ombra di dubbio i migliori operatori del settore: si possono infatti così scoprire le reali potenzialità di vincita di un certo portale specializzato e dei suoi vari giochi proposti per poi decidere consapevolmente se poi continuare ad utilizzarlo o meno in piena libertà.

Per giocare sicuri, oltre dunque al logo AAMS e alla possibilità di provare tanti siti senza bisogno di alcun deposito, è sempre importante comunque anche un altro elemento: l'autocontrollo. Un piccolo diversivo ai tanti impegni di lavoro e con la famiglia può essere un momento di evasione innocente ed anche positivo, ma attenzione a non trasformare mai il gioco in dipendenza o patologia. Questo vale anche per Internet stessa come dicevamo in apertura.

E lo stesso può dirsi per i videogiochi soprattutto nel fenomeno Fortnite tanto che l'Organizzazione mondiale della sanità nel 2018, per la prima volta nella storia, ha riconosciuto la “dipendenza dai videogame” come una vera e propria malattia. Mai eccedere dunque, in qualsiasi tipo di gioco!


© 1997-2019 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo giornale on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99

Powered by Aperion.it